Bruxelles, 11 ott – David Sassoli oggi, forse, ha imparato a tacere al momento opportuno – specie se si tratta di politica interna di altre nazioni. Una mera speranza, questa, instillata in noi tutti dalla parlamentare inglese Belinda De Lucy del Brexit Party: “Lei non ha diritto di interferire direttamente con la nostra politica interna» tuona la bionda De Lucy contro il presidente dell’europarlamento.

“Una vergogna immorale”

«Questa è una vergogna immorale per lei. E riflette le sue intenzioni di intervenire a tutti i livelli per fermare la Brexit» attacca la De Lucy dagli scranni dell’europarlamento. L’intervento della De Lucy, ripreso da un utente italiano di Twitter, testimonia la figura davvero grama dell’ex giornalista Rai: «Lei, Sassoli, parla di noi come “inglesi”. No, noi siamo il Regno Unito e la Repubblica d’Irlanda del Nord, e lo saremo sempre», lo rimbrotta. “La Brexit non è una risposta all’Europa” continua la britannica. “Siamo voluti uscire dall’Europa non per i rapporti che abbiamo con i nostri meravigliosi amici europei , ma per la natura antidemocratica delle istituzioni della Ue. E ce lo state confermando ogni giorno. Abbiamo fatto bene ad andarcene» applausi, urla di incitamento: i presenti dedicano alla bella De Lucy le dedicano una vera e propria standing ovation.

Sassoli “dribbla” i parlamentari britannici

Ciò che ha veramente indisposto l’europarlamentare britannica è il fatto che Sassoli  abbia parlato direttamente con lo speaker britannico senza intermediari. “Abbiamo avuto decenni di adesione all’UE su cui basare il nostro voto” scrive la De Lucy su Twiter: “Il trattato di Lisbona che ci è stato imposto senza il consenso del PLP mi ha spinto a votare Leave. Non i poster della campagna”. Insomma, che siate d’accordo o meno, a Sassoli oggi è toccato un osso duro sotto le sembianze di una tenera biondina britannica. Mai fidarsi delle apparenze …

Ilaria Paoletti

2 Commenti

  1. Lucy in the sky with diamonds!;)
    I nostri europarlamentari piddini si sono distinti solo per gli applausi alla Rackete.

Commenta