Londra, 21 mar – Alice Cutter, ventiduenne britannica, si è iscritta al concorso di bellezza Miss Hitler nel 2016, contest creato dal partito di estrema destra National Action, ora disciolto. Per questa ragione oggi è sotto processo con l’accusa di essere neonazista.

Il processo

La bruna Alice, originaria di Sowerby Bridge vicino ad Halifax, per la sua partecipazione a questo concorso è ora sotto processo, con l’accusa di affiliazione al gruppo neonazista. Il procuratore generale, nel suo intervento in aula, dichiara così: “Stiamo parlando di un gruppo che cerca di imitare l’ala paramilitare originale del partito nazista“. E che il National Action, nella sua organizzazione, si rifà “al terrore della pistola, il terrore del coltello, il terrore del cappio, il terrore dell’esplosivo, il terrore della camera a gas”.

Miss Buchenwald

Alice si era scritta al concorso di bellezza con lo pseudonino di Miss Buchenwald. La ragazza, infatti, era diventata tristemente famosa nella madrepatria perché, dopo aver visitato l’omonimo campo di concentramento in Germania, si era messa in posa per un selfie con il saluto nazista, proprio davanti ai forni di Buchenwald, descrivendo il suo viaggio come una “tournée”. E appena una settimana dopo questo intervento decide proprio di iscriversi Miss Hitler tramite il social network russo VK. Secondo l’accusa nel processo attraverso tali concorsi vi sarebbe un vero e proprio reclutamento nel pubblico femminile.

Ilaria Paoletti

2 Commenti

Commenta