Il Primato Nazionale mensile in edicola

Mitrovica, 27 mar – Marko Djuric, ministro serbo per il Kosovo, è stato arrestato ieri a Mitrovica, città a maggioranza serba nel nord del Kosovo. Djuric era impegnato in una conferenza organizzata nel settore nord (serbo) della città nell’ambito del dialogo interno in Serbia sulla questione del Kosovo. Djuric è il principale negoziatore incaricato di trattare con l’ex provincia serba che ha proclamato unilateralmente la sua indipendenza nel 2008.
Il bilancio del blitz della polizia kosovaro albanese, armata di fucili d’assalto e granate assordanti lanciate tra la folla fuori dall’edificio che ospitava la conferenza, è stato di 32 feriti serbi, civili e giornalisti. Le scene della violenza usata dai poliziotti sono state trasmesse dalla tv serba, che ha mostrato come alcuni agenti abbiano obbligato i serbi a sedersi per terra col capo chino e le braccia alzate, minacciandoli e in alcuni casi colpendoli con il calcio dei fucili automatici. Tutto ciò nel silenzio assordante da parte di tutti i Paesi europei.
Dopo il fermo Djuric è stato portato a Pristina, in carcere. Alla fine della giornata è stato espulso dal Kosovo da un posto di frontiera perso nelle montagne che separano il Kosovo dalla Serbia centrale. Già prima dell’arresto le autorità kosovare avevano annunciato di aver vietato l’ingresso in Kosovo di diversi esponenti serbi, tra i quali Djuric, che tuttavia s’è comunque presentato a Mitrovica. Insieme a lui c’era il segretario generale della presidenza serba Nikola Selakovic, che al momento non si sa dove si trovi.
Altissima la tensione dopo l’arresto di Djuric. Gruppi di serbi, in segno di protesta hanno bloccato nel tardo pomeriggio un’importante via di comunicazione nel nord del Kosovo, che da Mitrovica porta a Zvecan. E nel settore nord della città sono state erette barricate in vari punti della città, e le sirene di allarme continuano a suonare. Stando a quanto riferisce il quotidiano belgradese Vecernje Novosti, la situazione di alta tensione in Kosovo creatasi dopo l’arresto di Djuric è stata al centro di un colloquio telefonico che il presidente serbo Alreksandar Vucic ha avuto nel pomeriggio con il collega russo Vladimir Putin.
Anna Pedri



Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

12 Commenti

  1. da quando trafficanti di organi ed eroina possono chiamarsi poliziotti? ah gia’ in kosovo si puo’ questo ed altro…

    • Pedro ma chi cazzo sei te testa di cazzo, te sei una persona inutile, che cazzo ne sai te di cosa succede nei altri paesi, oppure vedi internet dove sono scritte un sacco di cazzate e dici questo:inutile, testa di cazzo, pezzo merda peggio di un cane sei figlio di puttana.

  2. D’ accordissimo con Pedro.Il kosovo è l’avamposto criminale dei globalisti, che hanno demolito la Jugoslavia perchè non allineata e fatto bombardare la popolazione civile serba e morire in carcere Milosevic .Solo dopo la morte la Corte Penale Internazionale per l’ex Jugoslavia ha scagionato Slobodan Milosevic dalle responsabilità per i crimini di guerra.A quei tempi il pd D’Alema era primo ministro e approvo’anche il bombardamento da parte italiana della Serbia.
    Oramai l’etica nelle relazioni internazionali non esiste piu’ come si è visto dalla Siria in cui i media dei globalisti appoggiano i terroristi squarciagole di musulmani e cristiani o dalle false accuse alla Russia sul caso Skripal con la cacciata da molti paesi, Italia compresa, di personale di ambasciata

    • Bu Ma che cazzo dici Cesare testa di cazzo coglione inutile figlio di puttana vai a vedere cose è successo in Kosovo e cos ha fatto Milosevic ai Kosovari e non dire cazzate sul tribunale del AIA

  3. Chi entra illegalmente viene arrestato e normale il kosovo e.uno stato forte con una crescita economica forte non e italia

  4. se Putin vuole ora può accendere la miccia per una sana ritorsione contro questa Nato di criminali, la storica polveriera è sempre pronta!

  5. Samir tu chi rappresenti una scheggia disorientata di quello presunto stato forte? Se ha un economia forte perchè i kossovari (come forse anche tu) vengono a smerciare criminalità in Italia? Saperlo.

  6. Milosevic e’ stata un’ altra vittima della follia criminale americana. E noi come capre ci siamo piegati al loro volere. Onore al popolo Serbo!

    • Figlio di puritana maccarone di merda meriti la ghigliottina bastardo hai capito AntonioS insieme all altro bastardo Cirillo e a tutti voi ignoranti nullafacenti

Commenta