djihadistes11Parigi, 19 nov – Circola un’indiscrezione, in Francia, che se confermata potrebbe avere del clamoroso: Parigi poteva fermare i terroristi. O quanto meno poteva avere informazioni chiave su di loro per un’efficace opera di prevenzione. E invece ha rifiutato di acquisire informazioni importanti in nome del geopoliticamente corretto.

Secondo quanto rivalato da Yves de Kerdrel, direttore di Valeurs actuelles, la Siria avrebbe infatti la lista completa dei foreign fighters francesi operanti in Siria.

Nel numero della rivista in uscita oggi, ci sarebbe infatti un’intervista a Bernard Squarcini, ex prefetto e alto funzionario del ministero dell’Interno francese, che in passato ha lavorato anche sull’Islam radicale.

Secondo le rivelazioni di Squarcini, due anni fa i servizi segreti siriani gli avrebbero offerto di consegnare la lista dei terroristi con passaporto francese unitisi al fronte anti-Assad. Squarcini ha allertato i servizi segreti francesi, che si sono mostrati interessati alla cosa, ma prima hanno informato il premier Manuel Valls in persona, che però avrebbe rispedito al mittente il favore: con la Siria del “dittatore” Assad non si tratta, non si parla, non si collabora.

Niente da fare, delle informazioni importantissime per la sicurezza nazionale sono state rispedite indietro in omaggio al pensiero unico anti-assadista che domina le cancellerie europee in ossequio ai diktat di Washington. Se la notizia fosse confermata, ce ne sarebbe abbastanza per chiedere le dimissioni del governo transalpino.


L’instant M : Yves de Kerdrel (Valeurs… di franceinter

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here