Il Primato Nazionale mensile in edicola

Washington, 4 ott – «Sono venuto al Walter Reed perché non mi sentivo così bene, ma ora mi sento molto meglio». A dispetto di chi lo dava già per spacciato Donald Trump esce allo scoperto diffondendo un video postato su Twitter nella notte, rassicurando gli americani circa il suo stato di salute. Trump, risultato positivo al coronavirus assieme alla consorte Melania, era stato ricoverato al Walter Reed Medical Center nella giornata di venerdì dopo aver accusato tosse e affaticamento.

Nel filmato di quattro minuti, un tycoon dall’aria leggermente spossata ringrazia lo staff dell’ospedale per il «lavoro incredibile» definendolo «il migliore del mondo». Trump ha fatto sapere di non aver avuto «altra scelta» che rischiare di esporsi al virus, tenendosi pronto a fronteggiare tutte le conseguenze del caso: isolarsi nella Casa Bianca senza avere contatti per preservare la propria salute non era contemplato. «Questa è l’America, questi sono gli Stati Uniti, siamo il più grande e il più potente Paese del mondo», ha proseguito, sostenendo che «un vero leader deve affrontare i problemi». 

Anche la First lady sta bene

Trump rassicura anche sulle condizioni di salute della consorte: «Melania sta affrontando il virus molto bene», precisando che il fatto che la first lady sia più giovane la aiuta ad affrontare meglio il decorso della malattia, «anche se nemmeno io me la sto cavando male», ha specificato. «Stiamo lavorando duro per tornare, devo tornare perché dobbiamo fare ancora l’America di nuovo grande, abbiamo fatto un lavoro molto buono ma mancano ancora alcuni passi, dobbiamo finire il lavoro. Penso che tornerò presto. Sono impaziente di finire la campagna nel modo in cui l’abbiamo iniziata e in cui la stiamo facendo», ha ribadito.

Il parere del medico

Trump è stato sottoposto «a una terapia sperimentale di anticorpi sintetici ritenuta incoraggiante», ha fatto sapere il medico personale di Trump, Sean Conley. «E’ in grado di continuare a portare avanti i suoi compiti senza alcuna interruzione», aveva precisato venerdì il medico. «Anche se non è ancora fuori pericolo – ha aggiunto oggi Conley – il team di medici che lo sta curando rimane cautamente ottimista». «E’ al lavoro e resterà al lavoro», ha poi specificato il capo dello staff della Casa Bianca, Mark Meadows.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta