Il Primato Nazionale mensile in edicola

Ouagadougou, 14 ago – Terrore in Burkina Faso. Nella serata di ieri ci sono stati 20 morti in un attacco a un ristorante turco. Erano circa le 21, ora locale, quando tre uomini sono scesi da un veicolo e hanno cominciato a sparare ai clienti del ristorante Aziz Istanbul, molto frequentato dagli stranieri presenti nella capitale africana.



Tra le vittime pare ci sia un turco e uno o due francesi, anche se un comunicato del governo parla di diverse nazionalità tra le vittime. Al momento il ministero degli Esteri turco ha confermato la morte del suo connazionale. Molti i feriti. Le prime notizie dell’attentato sono state diffuse da alcuni clienti che sono riusciti a scappare prima che cominciasse la mattanza.

Black Brain

Dopo la sparatoria selvaggia gli attentatori si sono asserragliati all’interno del ristorante. Le unità di elite delle forze di sicurezza sono intervenute con un’operazione iniziata alle 22.15 (ora locale) e conclusa alle 5 del mattino. Dapprima le forze speciali hanno circondato l’edificio con mezzi corazzati e dopo sette ore hanno riferito di essere riusciti ad aver ucciso tutti gli assalitori.

Il governo ha subito parlato di terrorismo e sospetta che le responsabilità dell’attentato siano da attribuire agli estremisti islamici, anche se nessuno al momento ha ancora rivendicato la strage.

Negli ultimi anni il Burkina Faso ha visto una preoccupante impennata di violenze causate dal terrorismo islamico. Lo scorso anno, il 15 gennaio, un altro ristorante, il “caffè Cappuccino” che sorge a 200 metri da quello colpito ieri sera, è stato teatro di un altro attentato che ha provocato 30 morti e 71 feriti, per lo più stranieri. In quell’occasione l’attacco venne rivendicato dalla locale filiale di Al Qaeda penetrata nel Paese dal Mali. L’Aqmi (Al Qaeda nel Maghreb Islamico), infatti, che è attiva nella zona del Sahel e del Sahara.

Anna Pedri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta