Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 4 dic – Con tutti i problemi che abbiamo a Roma, adesso il sindaco Virginia Raggi decide di punzecchiarsi con Spelacchio – o per meglio dire con l’account satirico creato apposta per “dare voce” al misero albero di Natale che già negli scorsi anni aveva creato tante perplessità.

Il complotto su Spelacchio

L’anno scorso, l’ex assessore all’Ambiente Pinuccia Montanari (ora passata a “miglior vita” e sostituita da Laura Fiorini in uno dei molteplici rimpasti) dichiarò: “Secondo me c’è un mezzo complotto” su Spelacchio. “Questo nomignolo girava fin dal primo giorno, quando lo hanno scaricato ma dalle mie foto risultava essere ancora in forma”, dichiarò la Montanari riferendosi all’ormai celebre albero di Natale, posizionato a Piazza Venezia e soprannominato Spelacchio. “Veniva da dieci mesi di siccità e inoltre gli aghi potrebbero essere caduti per via delle decorazioni troppo strette sui rami” continuò l’assessore all’Ambiente. Tutto questo per non ammettersi, semplicemente, che era brutto.

Spelacchio è una mascotte

Ma nel tempo il povero Spelacchio è entrato nel cuore dei romani, tanto da meritarsi un account ufficiale su Twitter. E visto che Natale si avvicina, ha pensato bene “emettere” un tweet che dice così: “Sà sà sà, prova prova! È quasi tutto pronto in piazza Venezia… non sto più nella corteccia! #SpelacchioIsComing #BackInTown #Roma”.  E la Raggi, che ultimamente crede di recuperare credibilità agli occhi dei romani facendo la “coatta” su Twitter (come è già successo con Salvini) risponde, anche se nessuno l’ha interpellata. “Anche noi non vediamo l’ora! Ci vediamo l’8 dicembre a piazza Venezia per illuminare il magico Natale di
Roma!“. Un’esibizione di passivo aggressività da manuale.

E mentre la Raggi si occupa di botta e risposta permalosi con alberi immaginari, Roma è da poco reduce da una settimana di allagamenti. Adesso che il sindaco è diventato così esperto nell’utilizzo dei social media, potrebbe rinfrescarsi la memoria con le sue esternazioni sulla mala gestione della Capitale risalenti all’epoca di Ignazio Marino:

Risultati immagini per raggi marino gommone

Ma si sa erano altri tempi e in tema di natura, Virgy preferisce polemizzare con l’albero di Natale.

Ilaria Paoletti

Commenta