Il Primato Nazionale mensile in edicola

Martin Schulz, top-candidate of the Social Democratic Party (SPD) in this year's European Parliament elections, delivers a speech outlining the program of his campaign to become the next President of the European Commission, during a SPD extraordinary congress in Berlin January 26, 2014. REUTERS/Thomas Peter (GERMANY - Tags: POLITICS)Strasburgo, 11 mar – E’ ormai guerra aperta tra Alba Dorata e il presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz. L’oggetto della contesa è sempre quello dell’ingresso della Turchia in Europa, o in generale gli avvicinamenti che la Ue compie verso Ankara. La settimana scorsa il partito nazionalista greco aveva fatto irruzione ad un incontro organizzato dal Ppe con Ong filo turche, causando la dura reprimenda di Schulz. Stavolta il presidente dell’europarlamento è arrivato addirittura ad espellere Eleftherios Synadinos, deputato di Alba Dorata che durante la plenaria di Strasburgo avrebbe rivolto “insulti razzisti” contro la Turchia e il popolo turco.



Questa sarebbero le dichiarazioni incriminate, riportate direttamente da Schulz: “Come hanno scritto gli scienziati osmani, i turchi sono barbari, che disprezzano Dio. Sono sporchi. Cacciano, però quando devono combattere il nemico scappano. L’unica strada efficace per gestire i turchi è il pugno e la decisione”.

Black Brain

Parole che hanno “sconvolto” il sincero democratico Schulz: “Ricorro ad una misura insolita che ritengo inevitabile per la dignità del nostro Parlamento. Credo che qui si sta sistematicamente tentando linee invalicabili per rendere accettabile il razzismo: con me questo non succede”. Synadinos, che era seduto tra i banchi dei non iscritti vicino a Jean Marie Le Pen, è stato richiamato quattro volte ma non ne ha voluto sapere di abbandonare l’aula. Per farlo uscire è stato necesario l’intervento degli uscieri. Schulz ha annunciato che il deputato greco sarà ascoltato dall’ufficio di presidenza prima della sanzione definitiva. Al Parlamento Europeo chi critica la Turchia rischia di trovarsi nei guai. Parola del “kapò” Martin Schulz.

Davide Di Stefano

 

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Ma Schulz non era quello che diceva che “la Germania esiste per assicurare l’esistenza di Israele e del popolo ebraico”? Razzismo selettivo.

  2. Dovremo ringraziare i camerati greci per la loro ostinata avversione alla Turchia, senza di loro l’UE avrebbe già dato via libera all’ingresso in Europa di questi criminali.

Commenta