Il Primato Nazionale mensile in edicola


La tua mail per essere sempre aggiornato

15 Commenti

  1. strano davvero da parte di chi aveva fatto dell’imboscamento (in cantina o in montagna) ragione di vita, questo volere “uscire allo scoperto” a tutti i costi ,con il pretesto dei “fiori”.

    che dire ?

    antifa,partigiani ma soprattutto FIORISTI !

  2. Per quello che serve l’anpi sarebbe meglio che evitasse ulteriori polemiche e inizi a fare quello che non ha mai fatto,… Stare zitta!

  3. Escono dopo aver grufolato nel trogolo in cui si nutrono da decenni ingiustificatamente con i soldi dei contribuenti. Altra mangiatoia a sbafo da chiudere e dirottare i soldi altrove

  4. Davide Di Stefano scrive un articolo che a mio avviso-involontariamente- divulga le motivazioni e le proteste dell’ANPI. Partiamo dalla forma:anzitutto pubblicare fotografie che ritraggono personaggi avversari il cui aspetto (in questo caso questa coppia di anziani), il cui linguaggio del corpo è emozionale,esteticamente positivo non è compito del Primato Nazionale..Anche le scorse settimane è stata pubblicata la foto di una bella ragazza antifascista mentre manifesta con un bel sorriso.Passiamo al contenuto:è sbagliato riportare testualmente ed integralmente le tesi,gli argomenti,le dichiarazioni degli avversari.Anche questo lo possono fare loro,non il Primato Nazionale. L’ANPI riporterebbe mai testualmente le tesi,i progetti dei movimenti nazionali ? Non lo credo.Pubblicherebbe mai le fotografie delle iniziative benefiche di CasaPound che evidenzino atteggiamenti di consenso,di apprezzamento,di partecipazione ? Non lo credo neppure.
    Ricordiamoci che gli avversari,i giornalisti antifascisti vanno sempre a scoprire le parole sbagliate,le incertezze dialettiche dei militanti nazionali,le loro espressioni del corpo negative appunto per denigrarli,sminuirne le motivazioni ideali. State attenti alla comunicazione e allo stile,non dovete fare pubblicità involontaria agli avversari.

    Micu G. dalla terra di ‘nduja

    • Gentile “Micu G.”,
      pur essendo in linea di massima d’accordo con le Sue affermazioni sul tono dell’articolo, mi consenta di citarLe due frasi del famoso Generale Sun Tzu:
      “Se conosci il nemico e te stesso, la tua vittoria è sicura. Se conosci te stesso ma non il nemico, le tue probabilità di vincere e perdere sono uguali. Se non conosci il nemico e nemmeno te stesso, soccomberai in ogni battaglia.”
      “Conosci il nemico come conosci te stesso. Se farai così, anche in mezzo a cento battaglie non ti troverai mai in pericolo.”
      che forse ci aiutano a capire meglio come il conoscere a fondo il nemico / l’avversario – ovvero il suo pensiero politico / strategico – sia uno strumento indispensabile per la Vittoria.
      La ringrazio per l’attenzione
      CvC

  5. blackwater offendi tutti coloro che vennero fucilati, imprigionati e torturati non certo perche’ si erano rintanati in cantina; la tua risposta e’ degna di un repubblichino o figlio di fascista che impiccava
    i turisti in montagna e i” rintanati in cantina.”
    Quando uno non sa niente e’ meglio che taccia e non metta in mostra la sua ignoranza eil suo fascismo.Fabio Vandelli

  6. Nella mia famiglia , perseguitata da quelle MERDE , che oggi sembrano simpatici ed inoffensivi vecchietti ….. (ma SATANA li ASPETTA ! )
    nessuno dei “contemporanei” si ricorda o VUOL ricordare !

    forse solo IO non SCORDO …..

    Non conosco i due vecchiacci , ma li garroterei senza alcuna pietà !
    meglio li lavorerei con un pugnale !

    Mio nonno Materno fu RAPINATO e picchiato perchè chiese una “ricevuta” dai brigatisti ROSSI che portarono via il suo POCO danaro …
    (sperava d’essere rimborsato a fine guerra …. INGENUO)

    Mio Padre venne trattato come un criminale tornando da un LAGER ….

    CHI erano i partigiani ???

    LADRI
    STUPRATORI e PEDOFILI (Giuseppina Ghersi,)
    IMBOSCATI
    e poi …. i LADRI ORGANIZZATI della repubblichetta che ancora ci ROMPE i COGLIONI OGGI .

    SH

  7. Appena ho letto e compreso la notizia, sono andato a prelevare nella mia cantinetta una bottiglia di ‘Dimonios’ rosso (ed. speciale per la B. mec. “Sassari”) che tenevo in serbo per le grandi occasioni e che stappero’ il 25 p.v. senza ‘partigianerie’ in TV!
    Sono comunque (e purtroppo) completamente d’accordo con il buon Di Stefano quando afferma che i figuri della A.N.P.I. riusciranno quasi certamente ad ottenere – come al solito – cio’ che vogliono.

Commenta