Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 8 ago – “La nota della Lega è incomprensibile. Dicano chiaramente cosa vogliono fare. Siano chiari”. Così il Movimento 5 Stelle ha commentato la nota della Lega diramata dopo il colloquio del premier Giuseppe Conte con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. I leghisti hanno scritto chiaramente che “l’unica alternativa a questo governo è ridare la parola agli italiani con nuove elezioni”, perché “l’Italia ha bisogno di certezze e di scelte coraggiose e condivise”, ed è “ inutile andare avanti fra no, rinvii, blocchi e litigi quotidiani”. Al contempo la Lega ha detto di non volere un rimpasto di governo, dunque non basta silurare i tre ministri invisi (Costa, Trenta e Toninelli): “Mai chiesto né chiederemo poltrone, lontani da qualsiasi ipotesi di rimpasto di governo“.

Il M5S, evidentemente terrorizzato dal voto, invoca però chiarimenti, vuole cioè capire se c’è ancora la possibilità di scongiurare elezioni che in questo momento potrebbero pagare a caro prezzo visti i nefasti sondaggi. Nel frattempo però la Lega ha smentito le indiscrezioni secondo cui Matteo Salvini avrebbe chiesto le dimissioni del premier Conte ed escluso che il leader leghista starebbe valutando l’ipotesi di ritirare la delegazione dei suoi ministri dal governo: “Parliamo solo attraverso note e fonti ufficiali”, ha specificato la Lega.

Intanto è in corso un colloquio a Palazzo Chigi tra Salvini e Conte. Mentre nel pomeriggio Sergio Mattarella ha ricevuto al Quirinale il presidente della Camera Roberto Fico.

Alessandro Della Guglia

1 commento

  1. Salvini ha tradito nell’ordine (tra i tanti): Curva Sud Milano, Casapound e ora i M5S. In confronto Renzi con Letta è stato un dilettante.