Il Primato Nazionale mensile in edicola

Catania, 19 set – Un altro stupro, questa volta a Catania. Una dottoressa della guardia medica è stata stuprata da un paziente, che è entrato nell’ambulatorio con il pretesto di farsi curare. Il fatto è avvenuto la notte scorsa a Trecastagni, in provincia di Catania. L’aggressore, arrestato dai carabinieri, è un 26enne italiano residente in città e la Procure di Catania ha aperto un’inchiesta al riguardo.



La dottoressa, una donna di 51 anni, stava svolgendo il turno di notte presso la locale guardia medica quando il giovane si è presentato. Invece di farsi curare, però, ha dato in escandescenze e ha cominciato a danneggiare gli arredi dell’ambulatorio. Infine ha sequestrato e violentato la donna, che è riuscita a salvarsi anche grazie a un passante che ha udito le sue urla e ha dato l’allarme.

I carabinieri sono subito intervenuti facendo irruzione nei locali della guardia medica e hanno arrestato il 26enne aggressore che ora si trova nel carcere di Catania. La dottoressa è stata portata all’ospedale di Acireale per gli accertamenti sanitari di rito e lì è ancora ricoverata.

L’uomo ha già piccoli precedenti alle spalle ed è stato bloccato dai carabinieri mentre, ancora seminudo, cercava di fuggire dal luogo dove ha aggredito la sua vittima.

Anna Pedri

 

 

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta