Roma, 25 nov – La pornostar Priscilla Salerno la definisce una “scelta ponderata”, quella di candidarsi alla presidenza della Regione Lombardia. Un annuncio che richiama altri “esempi” del passato.

La pornostar Priscilla Salerno e la candidatura politica

Come riporta Tgcom24, Fortunata Ciaco, anagrafe del nome d’arte Priscilla Salerno, ha annunciato la sua candidatura alla presidenza della Regione Lombardia. Una sfida diretta sia a Letizia Moratti che a Pierfrancesco Majorino, oltre ad Attilio Fontana. La pornostar Salerno, aspirante politico, così si esprime: “Fino a oggi ho fatto l’attrice hard imprenditrice. Non è che mi viene in mente all’improvviso di candidarmi, è una scelta ponderata. Sono ormai 6 mesi che l’avevamo deciso con il nuovo Psi e adesso ufficializziamo la candidatura”.

Poi ha aggiunto: “Mi piacerebbe molto confrontarmi con Letizia Moratti perché sicuramente imparerei qualcosa in più. Una pornostar che vuole fare la presidente della Lombardia sembra un assurdo? Non è un assurdo. Cicciolina fu una provocazione riuscita anche bene con i Radicali. Ed è stata votata dal popolo“.

“Mi sento socialista e cattolica”

La Salerno ha proseguito così: “Ho delle idee concrete, ho delle proposte serie per la Lombardia. Intanto sono un’imprenditrice prima di ogni cosa, poi che ho scelto un lavoro particolare. Solo in Italia questo lavoro è particolare, in America una panettiera è uguale a un’attrice hard basta che paga le tasse. Io sono cattolica. Mi sento socialista a tutti gli effetti. È un partito che non ha pregiudizi, dà meriti a chi deve averne. Bettino Craxi sarebbe fiero di me. Non è una provocazione, sono in politica da 6 anni, nel sociale combatto per i diritti delle donne. Voglio una legge che permetta alle donne di essere tutelate veramente”.

Quale il programma della Salerno? Finora, si parla in toni piuttosto generici: “In Lombardia ci sono tante cose da cambiare, la delinquenza, le infrastrutture, migliorare il welfare, la Sanità, il turismo. Questi politici che abbiamo oggi prendono le metropolitane? Io prendo la metro, non ho autista, ho problemi a trovare parcheggio, faccio ticket per ospedale, vado al parco e ho paura dei borseggiatori”.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Bene, grazie bestia Fortunata, per l’ ottima idea di candidare almeno una panettiera (vera).
    Almeno si sveglieranno prima tutti.

Commenta