Roma, 29 gen – L’elezione del Presidente della Repubblica offre sempre degli intermezzi in cui l’alto tono istituzionale viene meno, soprattutto alle prime votazioni. In questo caso, per esempio, alla compassata e algida presidente della Camera Laura Boldrini capitò di dover leggere alcune preferenze bizzarre, dal giornalista Michele Cucuzza, Giovanni Trapattoni e addirittura il pornoattore Rocco Siffredi.

 


Commenti

commenti

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here