Il Primato Nazionale mensile in edicola

mondiale 2026Zurigo, 10 gen- Uno degli appuntamenti calcistici più attesi é sicuramente il Mondiale che ogni quattro anni trasforma buona parte degli italiani in allenatori ed esperti di calcio. È notizia fresca la ratifica da parte del consiglio della Fifa della proposta del presidente Infantino di aumentare il numero delle squadre partecipanti a partire dall’edizione del 2026, passando così dalle attuali 32 ad un numero decisamente più alto: ben 48 nazionali.

Avete capito bene: 48 nazionali suddivise in sedici gironi da tre partecipanti ciascuno, mantenendo così la classica durata di trentadue giorni in nome, nelle intenzioni del presidente Infantino, di un maggiore spettacolo offerto ai tifosi. Dietro a questi buoni propositi c’è ovviamente dell’altro.

Secondo uno studio di Zurigo, infatti, un mondiale così organizzato frutterebbe poco più- si fa per dire- di seicento milioni di euro, per la gioia del buon Gianni Infantino, diventato presidente del massimo organismo calcistico solamente nel febbraio 2016. L’unico nodo ancora da sciogliere rimane quello dei posti per le varie federazioni continentali che, secondo il progetto, per l’Europa dovrebbero essere 16.

Per il momento, dunque, l’unica certezza è la maratona di partite in programma per l’edizione dei mondiali di calcio del 2026, oltre agli enormi introiti che a Zurigo hanno certamente più valore dei tifosi.

Giacomo Bianchini

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta