Roma, 27 lug – Prete contro fedele. E per questioni di offerte donate per un funerale. Almeno così parrebbe, stando a quanto pubblicato da Tgcom24 e riportato sulla stampa locale del casertano.

Offerta bassa, ecco come il prete avrebbe aggredito il fedele

Sarebbe stata una lite, inizialmente. Poi si sarebbe presto trasformata in una rissa. Il luogo del misfatto è Aversa, in provincia di Caserta. I giornali locali citano la versione della vittima (e questo è un fattore comunque da considerare). Al termine del funerale un parente del defunto sarebbe andato a lasciare un’offerta di 25 euro. Il prete, risentito, l’avrebbe ritenuta bassa. I due discutono e, alla fine il sacerdote avrebbe aggredito il parrocchiano.

La discussione sugli obblighi e la versione della Curia

Il fatto sarebbe avvenuto ieri mattina. Il prete, successivamente alla lamentela, avrebbe sentito il fedele precisare che l’offerta non è un obbligo. E il parrocchiano se ne sarebbe andato lasciando il denaro sul tavolo. Il sacerdote, a quel punto, lo avrebbe seguito per strada prima di attaccarlo anche fisicamente. La Curia, intanto, dà una versione diversa della vicenda, escludendo la componente dell’aggressione e descrivendo la questione come una semplice discussione animata, magari scomposta, ma non violenta.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta