Il Primato Nazionale mensile in edicola

Palermo, 25 ago – Gianfranco Miccichè insulta Matteo Salvini su Facebook. Forse dopo una intossicazionealimentare martellail ministro dell’Interno e, in preda ad un delirio di onnipotenza, si atteggia a capo del centrosinistra siciliano difendendo l’immigrazione clandestina. E forse non ha tutti i torti visto che i suoi insulti, e la sua difesa nei confronti dell’immigrazione irregolare, sono stati ripostati da alcuni dirigenti del centrosinistra ed hanno ottenuto il like, addirittura, di un deputato siciliano del Pd.
Il suo post su facebook è stato preso d’assalto dai cittadini che in larga parte lo hanno criticato e insultato per questo attacco a freddo nei confronti di un alleato e contro l’azione del ministro dell’Interno che invece è fortemente condivisa da tutto il centro destra italiano.
Gianfranco Miccichè è il Commissario regionale di Forza Italia in Sicilia e gode di un rapporto privilegiato con Silvio Berlusconi. La sua storia politica inizia, però, da Lotta Continua. Miccichè approda alla corte del Cavaliere solo grazie all’intermediazione di Marcello Dell’Utri. Un imprevisto ritorno alla Falce e Martelloche apre interrogativi importanti. Si è trattato solo della sbornia politica di un momento o di un attacco strutturato e sostenuto dal suo capo Berlusconi? Di certo si scava un solco difficilmente colmabile tra FI e la Lega in Sicilia. E Musumeci cosa ne pensa?
Il dirigente forzista, che nel corso degli anni ha ricoperto cariche istituzionali importantissime, sembra ritornato agli anni giovanili e alla militanza nella sinistra estremista, i cui seguaci, non si capisce perchè, hanno successivamente ottenuto fortuna. Il tributo della sinistra siciliana, priva oramai di leader, lo legittima come capo indiscusso del centro sinistra siciliano.
Gaetano Montalbano

10 Commenti

  1. Quanti personaggi squallidi in cerca di un po’ di notorietà e potere ci sono oramai in questa Italia.E sono pronti a tutto; anche a farci invadere e a cancellare la nostra identità ed esistenza

  2. Speriamo parli ancora e poi ancora e poi ancora , con questi ridicoli personaggi come Micciche’ c’e solo da guadagnarci quando aprono bocca , la prego parli ,parli ancora .

  3. Micciché è il tipico soggetto che si adegua allo status quo, e lo status quo attuale impone ai politici (quelli senza nerbo, più comprabili) di favorire l’immigrazione di massa. Basta vedere come parla e che faccia ha: Micciché se ne frega del futuro degli italiani, l’importante per lui è mantenere la poltrona con in più la buona coscienza umanitarista e progressista.

Commenta