Roma, 15 nov – Alla fine Enrico Montesano si inginocchia perfino all’Anpi chiedendo clemenza per la maglietta della Decima Mas durante le prove di “Ballando con le Stelle”. Il che fa abbastanza pena, anche considerando che, in teoria, l’Anpi con la Rai che ha appena escluso l’attore dal programma non c’entri nulla. In teoria.

Montesano, l’imbarazzante pianto sui social, fino alla supplica all’Anpi

Dopo l’esclusione dal programma, l’attore romano ha deciso di prendere quella dignità che aveva, chiuderla in un sacchetto e gettarla nei rifiuti. Perché per le intere giornate di ieri e l’altro ieri, sulla sua pagina Facebook, Montesano non ha fatto altro che piangere e chiedere scusa, alla Rai, al programma, a tutti, e non poteva certo mancare il triste epilogo di supplicare addirittura l’Anpi di aiutarlo a rientrare nel programma. Le ultime, tristissime parole recitano quanto segue: “Ho chiesto formalmente al Presidente dell’ Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, di ricevermi affinchè io possa rammentare il mio passato di uomo legato al rigoroso rispetto dei valori della libertà e della democrazia. Voglio, altresi, dimostrare come tale mio atteggiamento sia rimasto saldo e rigoroso nel tempo e che l’episodio in cui sono maldestramente caduto vada imputato ad una leggerezza compiuta in assoluta buona fede. Sono certo che il Presidente dell’ANPI, che so essere persona dotata di equilibrio e di saggezza, vorrà ricevermi quanto prima”.

Praticamente, Montesano parla dell’Anpi come se fosse una sorta di monarca assoluto, unico in grado di dargli udienza, di perdonarlo, di benedirlo e di raccomandarlo affinché la Rai perdoni e lasci correre. Tutto questo imbarazzo, questo inginocchiarsi, per cosa? Per non rinunciare ad un ruolo in tv a nessun costo, nemmeno quando si è evidentemente in età da pensione (e non certo dopo una carriera anonima o poco remunerativa).

Che tristezza

C’è chi dice tutto questo putiferio sia organizzato a tavolino, chi no. Per carità, tutto può essere. Lo spettacolo che ne è venuto fuori, però, è davvero oltre ogni limite dell’imbarazzo. Non per malignità, ma a questo punto speriamo vivamente che Enrico Montesano stia vivendo problemi economici seri, perché altrimenti questa penitenza continua e lagnosa non ha alcun senso, oltre a trasformarlo in un personaggio senza un briciolo di dignità. Vogliamo sperare ci sia una ragione logica per cui, a quasi 80 anni suonati, un attore la cui carriera è stata di enorme successo (e quindi, anche enormi denari) addirittura prega per essere reintegrato in un programma televisivo che spesso rispolvera vecchie glorie senza peraltro assicurargli quasi mai una continuità di un “rientro sulla scena”. Altrimenti non si spiega, se non con una difficoltà incredibile, addirittura patologica, ad accettare l’invecchiamento e l’allontanamento dalle scene. Cose del tutto normali per persone normali, difficili per chi, senza peli sulla lingua, qualche problemino ce l’ha. Ai posteri l’ardua sentenza, come si suol dire.

Stelio Fergola

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. valà valà … dal presidente dell’anpi associazione di cosa … di estremisti di sx … ma mandali a cagare tu che puoi

Commenta