Il Primato Nazionale mensile in edicola

Los Angeles, 3 giu – L’Academy of Motion Picture Arts & Sciences, nome che altri non sta a significare che Oscar, ha annunciato che quest’anno, tra le statuette dedicate alla carriera di registi e attori, vi sarà anche un’italiana: Lina Wertmüller. 

Prima donna candidata a miglior regista

La Wertmuller, oggi novantenne, non è inesperta per quanto riguarda primati “hollywoodiani”: è stata infatti la prima donna candidata all’Oscar come migliore regista, per il film Pasqualino Settebellezze nell’anno 1977. La versione restaurata di questo film culto realizzato da Lina Wertmüller, è stata presentata al festival di Cannes. La pellicola fu nominata ad altre tre statuette dell’Academy e un Golden Globe, interpretato da Giancarlo Giannini con le musiche originali di Enzo Jannacci.

Lynch e Geena Davis tra i premiati

Gli altri cineasti e attori a cui sarà dedicato il premio sono il regista cult di Twin Peaks  David Lynch, Wes Studi (noto ai più per aver interpretato l’indiano Magua ne L’ultimo dei Mohicani) e Geena Davis, intramontabile protagonista del road movie Thelma e Louise. I candidati verranno ufficialmente comunicati il 27 ottobre all’Annual Governors Awards dell’Academy. L’Oscar viene conferito alla regista di Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto perché “si è distinta in modo straordinario lungo la sua carriera, e il contributo eccezionale dato al cinema”.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Un cinema che purtroppo non esiste più.
    Il cinema impegnato degli anni ’70 ha iniziato puntando i riflettori sulla nostra società dei consumi criticandola molto dall’interno.

Commenta