Roma, 17 mar – Rossgram al posto di Instagram dal 28 marzo: così il Cremlino prova a uscire dall’isolamento attuato contro diversi social network statunitensi a seguito della guerra in Ucraina, come riporta Tgcom24.

Rossgram, il social russo

L’annuncio di Rossgram arriva tramite lo specialista di marketing digitale Alexander Zobov, che mercoledì, dopo il divieto di utilizzo di Instagram in Russia deciso dal Cremlino, ha parlato della alternativa. Lo stop a Instagram e Facebook è stato infatti motivato dalla decisione dei vertici dei due marchi (entrambi facenti capo a Mark Zuckerberg) di consentire inviti alla violenza contro le truppe russe. Zobov ha altresì precisato che “l’alternativa russa a Instagram con funzionalità e strumenti familiari e app mobili per Android e iOS sarà lanciata il 28 marzo”. Inizialmente la nuova piattaforma sarà disponibile solto per i migliori blogger, investitori e sponsor. Mentre per l’accesso agli utenti comuni, bisognerà aspettare aprile 2022.

Come funzionerà?

Presumibilmente, Rossgram sarà una copia di Instagram grosso modo quanto Vk lo è di Facebook. Quindi contenuti incentrati sulle foto e non tanto sui post scritti. Sui video molto più che sui link esterni, sulle cosiddette “storie” e quant’altro. Secondo quanto riporta Open, per gli sviluppatori ci saranno anche alcune opzioni in più, come ad esempio la possibilità di creare contenuti a pagamento o di raccogliere soldi tramite il crowdfunding. Ancora non si sa se gli stranieri potranno creare un proprio profilo. Nel frattempo, nelle ultime settimane Mosca ha tagliato i rapporti con molte Big Tech, oltre ai social di Zuckermberg. Si penti ai contenuti limitati di YouTube o le vicende discusse con Google. Lo stesso TikTok, che in realtà è nato in Cina, non è libero come prima: alcuni contenuti, infatti, sono protetti, e gli utenti russi non possono più girare nuovi video.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta