Roma, 28 mag – L’Ue sta valutando di scortare con una missione navale il grano ucraino dal Mar Nero. Lo rende noto l’Ansa.

Ue, allo studio missione navale per il grano

Gli approvvigionamenti di grano, ben oltre la crescita stellare dei prezzi, sta diventando un problema enorme generato dalla guerra. Ecco perché a Bruxelles pensano a contromisure collettive, al punto che la stessa Ue sta pensando addirittura a una missione navale per proteggere le esportazioni dall’Ucraina durante il conflitto. Questo perché il Mar nero, attualmente, è infestato da mine, oltre che presidiato da innumerevoli navi e sottomarini russi.

L’emergenza prosegue

El Pais è il quotidiano che riporta la notizia citando fonti europee, poco prima del vertice previsto lunedì proprio a Bruxelles, dove si parlerà ancora dell’emergenza del grano. Un’evoluzione pericolosissima che ha portato i prezzi a raddoppiare se non a triplicare in pochissimi mesi, costringendo anche molti allevatori sulla via del fallimento. Alcuni di loro, già a fine marzo, avevano iniziato ad abbattere il bestiame a causa dell’estrema difficoltà di alimentarlo. Con il rischio di chiudere bottega molto presto. La questione del grano, del mais e dei mangimi è il più grosso rischio per le economie europee oltre a quelli già noti per via dei rincari energetici.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta