Roma, 4 nov – “Quando era al potere la sinistra, abbiamo visto gli idranti sui manifestanti, hanno goduto quando si chiudevano le piazze per le manifestazioni contro il green pass. La sinistra è l’ultima che può parlare di libertà”. Francesco Borgonovo asfalta così, a Piazzapulita su La7, chi oggi straparla di Stato di polizia in seguito al decreto per fermare i rave party. Un decreto peraltro che lo stesso Borgonovo critica, giustamente, perché senza alcun dubbio da rivedere in diversi punti. E’ però il malcelato richiamo alla repressione totale del dissenso e della libera manifestazione, propinatoci in questi giorni dalla sinistra, ad essere piuttosto grottesco.

A proposito di libertà. Borgonovo asfalta De Angelis e la sinistra

“E’ semplicemente ridicolo che oggi si venga a parlare di libertà quando avete taciuto e approvato” gli idranti contro i manifestanti no green pass, tuona Borgonovo durante la trasmissione condotta da Formigli. A quel punto, il politicamente correttissimo Alessandro De Angelis, si indigna. “Taciuto chi?”. E il vicedirettore de La Verità replica subito: “Tu, per esempio. Tu e la tua parte politica, la sinistra, avete taciuto”. De Angelis prova a rispondere, goffamente: “Tu hai un’idea del giornalismo diversa dalla mia”. E Borgonovo lo liquida: “Ne sono fiero…. Dov’eri quando impedivano alle persone di andare in piazza, quando usavano gli idranti con la scusa dei provvedimenti sanitari? Voi applaudivate mentre abbiamo assistito alla più grande compressione delle libertà”.

 

Alessandro Della Guglia

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Dunque secondo Formigli (e tanti altri “sapientoni”) non sono un problema di salute pubblica i raduni non autorizzati nei quali, tra l’ altro, si fa uso di stupefacenti a dismisura ed in modo incontrollabile. La Murgia ha pure detto che non è un reato “farsi”… peccato per lei che la maggior parte dei reati più sanguinosi sono stati causati dal tollerato ed ufficiosamente politicamente veicolabile mercato degli stupefacenti !!
    Dalle illusioni agli interessi capitalistico-finanziari per la “buona, interessante e redditiva” gestione del popolo….
    Woodstock continua, solo ricordando e studiando a fondo quel fenomeno di degradazione di massa fatto passare per libertà ed eden in terra, oggi si può comprendere a pieno l’ accaduto ed i non pochi residuali adepti.
    Sesso, Stupefacenti e Stordimento sensoriale per non averli tra gli zebedei e al tempo stesso trarne profitto a 360°.
    A quei tempi in ben pochi non ci sono cascati, oggi quali sono le prospettive, le alternative, le aspettative, le gratificazioni costruttive per annullare un nuovo rischio di quelle proporzioni e vastità ?!

Commenta