Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 3 mar – Da Nord a Sud aumentano i casi di persone contagiate dal coronavirus. Come noto è la Lombardia la regione più colpita e nel pomeriggio una bambina di un anno è stata ricoverata all’ospedale Papa Giovanni XXII di Bergamo. Stando a quanto confermato al Corriere della Sera da Luca Lorini, direttore della Terapia intensiva dell’ospedale, la piccola “è in prognosi riservata”. Ma si tratta di “un caso raro. I bambini sono poco colpiti da questa malattia”, ha specificato Lorini. Sta di fatto che le condizioni della bimba purtroppo non sembrano essere rassicuranti. Eppure le notizie che giungono dal Papa Giovanni sono al momento contrastanti. “Da noi c’è una bimba di un anno, abbiamo fatto un tampone per scrupolo perché aveva delle difficoltà respiratorie”, hanno fatto sapere a Repubblica dall’ospedale. “La piccola non è intubata, respira da sola – hanno precisato le stesse fonti – Le sue condizioni non destano particolare preoccupazione”.

Resta il fatto che l’ospedale bergamasco sta affrontando una situazione decisamente complicata. Con la provincia di Bergamo che ad oggi è il secondo focolaio lombardo dopo quello di Lodi. “Siamo sotto pressione, questa malattia è un fatto imprevisto che ci ha obbligato a ripensare tutta la nostra organizzazione – ha detto il direttore sanitario dell’Asst di Bergamo, Fabio Pezzoli al Corriere della Sera – Tutta la struttura, tutti i dipendenti stanno facendo un grande sforzo, per cui vanno ringraziati”. Nell’ospedale lombardo vi sono tra l’altro 37 persone contagiate in gravi condizioni. “Nella struttura – ha poi specificato Lorini – al momento si trovano 126 pazienti contagiati dal Coronavirus. Di questi in 37 persone tra i 50 e i 75 anni versano in gravi condizioni. Due di loro invece hanno 35enni e uno 81. Sono 25 i ricoverati in terapia intensiva, dodici in subintensiva”.

In Italia 2.263 malati e 79 morti

Intanto oggi a Milano è stato evacuato il sesto piano del tribunale dopo che due magistrati sono risultati positivi al coronavirus e a Catania è stata chiusa la Facoltà di Agraria dopo che tre docenti del Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente sono risultati positivi al test. Poco fa, durante una conferenza stampa della Protezione Civile, il commissario Angelo Borrelli ha fatto sapere che le persone contagiate in Italia sono 2.263, con un incremento di 428 persone rispetto a ieri. I morti invece sono 79, 27 in più di ieri. A questi numeri, ha specificato Borrelli, vanno aggiunti i 160 guariti, 11 in più rispetto a ieri.

Alessandro Della Guglia

3 Commenti

Commenta