Il Primato Nazionale mensile in edicola

Pechino, 12 feb – I proprietari di animali domestici cinesi mostrano sui social media come stanno proteggendo i loro amici dal coronavirus per paura che anche loro possano contrarre la malattia. Le immagini divenute virali su internet mostrano i cittadini cinesi che offrono ai loro cani e protezioni piuttosto elaborate; usano, infatti, maschere e vari oggetti di uso quotidiano, inclusi sacchetti e fogli di plastica, bicchieri di carta e persino calze.

Maschere per animali “virali”

Attualmente, tuttavia, non vi sono prove che dimostrino che il ceppo del coronavirus che ha ucciso almeno 1.116 persone possa essere trasmesso agli animali domestici, almeno secondo l’Organizzazione mondiale della sanità. Il primo animale a diventare “virale” è stato un gatto il cui padrone ha pensato bene di dare una mascherina di quelle che si usano per gli umani ma con gli spazi per occhi e muso ritagliati ad hoc. Le immagini sono state caricate su Weibo, l’equivalente cinese di Twitter, domenica dalla blogger Li Shen Le. La blogger, che ha oltre 2,6 milioni di fan su Weibo, ha affermato che le foto le erano state fornite da uno dei suoi followers, ma non è chiaro dove e quando sono state scattate.

Nastro adesivo e calzini

Decine di migliaia di persone hanno quindi commentato fornendo le straordinarie foto degli ultimi tre giorni, facendo vedere i loro kit domestici “anti-coronavirus” esibiti sui propri animali domestici. Una persona ha affermato che la protezione fornita al suo cucciolo non era “sufficiente”, ecco perché ha deciso di provvedere autonomamente. Ha quindi condiviso un’immagine che mostra un piccolo cane coperto da una tuta ignifuga fatta in casa con fogli di plastica e nastri adesivi. Un altro ha risposto la foto del suo cane che indossa un copricapo che si pensa sia fatto con un calzino; l’immagine ha divertito molti utenti, ma ha anche attirato critiche sul fatto che il copricapo potrebbe rendere difficile la respirazione del cane.

Il virus Covid-19

L’epidemia del nuovo coronavirus, formalmente noto come Covid-19, ha finora causato oltre 1.116 vittime e infettato oltre 45.180 persone in 28 paesi in tutto il mondo; quasi il 99% delle infezioni sono state riscontrate in Cina.

Ilaria Paoletti

Commenta