Roma, 20 ago – La compagnia russa Gazprom ha reso noto che le forniture di gas attraverso il Nord Stream saranno sospese dal 31 agosto al 2 settembre per “manutenzione”, secondo gli Stati Uniti “La Russia disprezza la sucurezza nucleare”. Tutto questo mentre il prezzo del gas sale fino a toccare un massimo di 262,78 euro al megawattora (+9,04%) mentre i flussi del gasdotto appena mandato in manutenzione, sono già ridotti al 20% della capacità dello stesso. Il prezzo di chiusura si è poi assestato a 244,55 euro, dopo aver battuto un ultimo prezzo di 257,4 euro (+6,8%). Un andamento che lascia presagire, alla riapertura dei mercati lunedì, nuovi rialzi per l’indice di riferimento del prezzo del gas europeo.

Nord Stream e centrali nucleari

Mentre il prezzo del gas sale e Mosca blocca le forniture del Nord Stream, l’Eliseo ha confermato che il presidente russo, Vladimir Putin, ha dato il suo accordo – in una telefonata con il capo dell’Eliseo, Emmanuel Macron – al dispiegamento di una missione dell’Aiea presso la centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia. Lo si apprende dalla presidenza della Repubblica francese. Il presidente russo, nel corso della telefonata con il leader francese, ha avvertito che i bombardamenti sulla centrale  – che i russi imputano a Kiev – pongono il rischio di una “catastrofe su larga scala“. Lo fa sapere il Cremlino, citato dalla Tass.

Continuano le ostilità diplomatiche

Uno scenario in continua evoluzione, con una escalation sempre maggiore di potenzialità bellica su larga scala, che nessuna grande potenza sembra evitare. L’Onu ha espresso la volontà che la Russia non stacchi la centrale di Zaporizhzhia dalla rete ucraina, con le parole del segretario Guterres: “Ovviamente l’elettricità di Zaporizhzhia è ucraina. Questo principio deve essere pienamente rispettato”. Tutto può sembrare tranne che esista una volontà di porre fine alle ostilità.

Andrea Grieco

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Noi si fa gli antiputiniani rompendo le balle al popolo russo, in perfetto prosieguo con gli ucraini yankeezzati e poi abbiamo ancora il coraggio di meravigliarci?
    Una semplice persona russa per tornare da suoi famigliari ad ovest deve farsi tre voli partendo da Mosca (passando da Armenia, gendarme Turchia, infine Destinazione para-europea), totale 12 ore.
    Se non la finiamo di fare i manichei, ben ci starà anche tutto il resto..

Commenta