Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 3 mar – Sale a 2.036 il numero i contagiati italiani dal coronavirus: 52 le vittime fino ad ora, 166 i malati in terapia intensiva. Mentre l’Italia cerca di fronteggiare l’emergenza e conta ormai decine di morti, in Francia qualcuno non trova di meglio da fare che prendersi gioco di noi.



Ci hanno pensato quelli di Canal+, l’emittente televisiva d’Oltralpe di proprietà di Vivendi, che hanno mandato in onda uno spot – a dire il vero di un umorismo un po’ “basico”, niente di particolarmente arguto – che recitava così: “Questo spettacolo è offerto dalla pizza Corona. La nuova pizza italiana che farà il giro nel mondo”. Nel video si vede un pizzaiolo intento a sfornare pizze mentre suda e tossisce, visibilmente in preda a sintomi influenzali. Dopo averne estratta una dal forno con la pala, espettora un enorme bolo di catarro verde e ce lo sputa sopra: et voilà, la Corona pizza è servita. Di seguito compare in sovraimpressione la scritta “Corona pizza” con la parola “Corona” scritta con i colori del nostro tricolore.

Black Brain

Lo ha denunciato, per prima, la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, che ha condiviso sui social il video commentando così: “Video ‘satirico’ disgustoso mandato in onda dalla famosa tv francese Canal+ per insinuare che i prodotti Made in Italy sono contaminati da coronavirus“. E chiama all’appello l’esecutivo, chiedendo che il governo condanni fermamente l’episodio: “Disprezzo per gli autori di questa immondizia anti-italiana. Il Governo Partito Democratico-Movimento 5 Stelle avrà la decenza di far sentire il proprio sdegno?”. Vedremo se i giallofucsia saranno così solerti nello stigmatizzare l’episodio come era accaduto con le dichiarazioni di Zaia sui “cinesi che mangiano topi”, oppure “faranno gli indiani”, dal momento che lo sfregio riguarda la reputazione degli italiani – quindi qualcosa che secondo la visione dell’esecutivo attuale conta ben poco difendere.

Del resto questa non è la prima vicenda drammatica sulla quale i nostri vicini d’Oltralpe si permettono di fare satira di pessimo gusto e infangare la memoria delle vittime di tragedie immani. Basti pensare alle copertine di Charlie Hebdo dopo il crollo del ponte Morandi – il viadotto crollato, un’automobile distrutta e un immigrato in primo piano con una scopa in mano e il titolo Costruito dagli italiani…pulito dai migranti, o dopo la tragedia di Rigopiano, con la Morte che scia in montagna con due falci al posto delle racchette e la scritta “è arrivata la neve”, o il terremoto in Abruzzo.

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

8 Commenti

  1. Niente da fare, questi non riescono proprio a perdere il vizio di fare “umorismo” sulle disgrazie altrui…
    Fra l’altro é una scenetta indegna, pietosa, volgare e ripugnante; non fa ridere.
    Sono messi proprio male: se questo riesce a strappargli il sorriso, bisogna ben dire che i tempi di Molière o Loiis de Funès sono lontani!

Commenta