Il Primato Nazionale mensile in edicola

Un lavoro che può far fare il giro del mondo in mille casinò terrestri, ma come si diventa croupier ed è ancora una professione ambita nonostante l’avvento dei siti di casinò online?



Come diventare croupier

La prospettiva di diventare croupier potrebbe attirare chi ama la notte e il viaggiare in posti sempre nuovi, vivere nell’eleganza e nel lusso, visto il mondo dorato dei casinò terrestri. L’avvento e il grandissimo sviluppo dei casino online potrebbe far pensare che in ambito lavorativo ci sia una sorta di crisi del lavoro, anche perché molte sale da gioco prestigiose, recentemente quella di Campione D’Italia, sono a un passo dal fallimento e sono state costrette a fare degli esuberi malgrado il parere contrario dei sindacati. Ma se in Italia la situazione è così così, Oltralpe è totalmente diverso. Il croupier non è certo l’assistente di sala, ovvero colui o colei che accompagna i giocatori verso un dato gioco e spiega le regole. Questa figura lavora nei casinò e spesso e volentieri la sua postazione è presso il tavolo da gioco, a dare le carte o a lanciare la pallina, nel caso della roulette. Un gesto apparentemente molto semplice, ma che per i players determina la vincita o la perdita della puntata. Il posto di lavoro è disponibile non solo nei casinò terrestri, bensì anche in quelli delle navi da crociera. Le sue funzioni sono appunto coordinare i vari giochi casinò, osservare i giocatori in modo che non ci siano episodi di baro e pagare le vincite.

Black Brain

Quanto viene pagato un croupier

Questo mestiere in Italia è visto male, è inutile girarci intorno. Questo perché i casinò autorizzati nel Belpaese si contano nelle dita di una mano e sono il già citato Campione, Venezia, Sanremo e Saint Vincent. All’estero, invece, è visto come un impiegato, con la differenza che oltralpe il settore non conosce crisi. Quindi, un croupier disposto a viaggiare non conoscerà mai disoccupazione  o episodi di precariato lavorativo. I compensi variano in base all’esperienza e al luogo di lavoro, ma in media si prendono dagli 800 ai 1200 Euro fissi al mese più le mance che ammontano dai 400 ai 600 Euro in crociera ( contando anche che vitto e alloggio sono inclusi). Ma quali requisiti deve avere un giovane per buttarsi in questo mestiere?

Requisiti per lavorare come croupier

Requisito fondamentale per diventare croupier è avere la fedina penale pulita, mentre le caratteristiche per questo lavoro sono buona manualità, mente matematica e fredda per fronteggiare dispute, avere doti di problem solving, essere disponibile a lavorare soprattutto in orari notturni, ovvero dalle 20 alle 4 di mattina e anche durante le festività e i week-end. Inoltre, deve essere socievole e paziente, essere capace di mantenere la concentrazione ed essere portato per i rapporti intrapersonali. Altra caratteristica è quella di probabili frequenti trasferimenti, soprattutto in Gran Bretagna, Spagna, Grecia, Malta e Stati Uniti, ma è più facile trovare lavoro sulle navi da crociera. E’ fondamentale quindi conoscere una o più lingue straniere, soprattutto l’inglese. In Italia ci sono corsi e scuole che, dopo un colloquio di selezione, possono preparare al meglio a questo mestiere e trovare lavoro nell’ambito del settore del gioco d’azzardo ,visto che, a fine corso, è lo stesso ente di formazione che mette in contatto gli aspiranti croupier con le case da gioco italiane e straniere che stanno cercando personale qualificato. Le case da gioco, prima di assumere, sottopongono i candidati a una simulazione di giocata, allo scopo di valutarne la preparazione.
Alberto Palladino

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. …ma il croupier, non era un mestiere riservato ai maschietti?!! Anche li sono arrivate..e che cavolo!!

Commenta