Roma, 23 feb – Sebbene il 31 marzo scadrà lo stato di emergenza sanitaria, l’obbligo di super green pass per gli over 50 resterà in vigore fino al 15 giugno: lo conferma il sottosegretario alla Salute Andrea Costa. “Con il 31 marzo e la fine dello stato di emergenza inizierà una nuova fase, ci sarà l’allentamento graduale delle misure restrittive, tra cui certamente anche del green pass. Oggi ci sono le condizioni per non rinnovare lo stato di emergenza“, afferma Costa.

Costa: “Obbligo green pass per over 50 in vigore fino al 15 giugno”

Ma poi il sottosegretario precisa: “Sul green pass però va fatta una netta distinzione: per gli over 50 sui posti di lavoro l’obbligo del rafforzato dura fino a 15 giugno“. Questo perché fino a quella data resterà in vigore anche l’obbligo di vaccino per gli over 50. Ospite a Mattino 5, Costa poi sottolinea che “ci sono ancora circa 10 milioni di persone che devono fare il booster. Anche per questo le misure di allentamento devono essere graduali”. Tradotto: non ci libereremo tanto presto del green pass. Anzi.

“Non ci possiamo permettere di far passare il messaggio che la terza dose non si fa”

 Il governo infatti vuole che tutti si facciano la terza dose. “Non ci possiamo permettere di veicolare ai cittadini un messaggio che faccia intendere che le misure si allentano e quindi la dose booster non si fa. Dobbiamo invece arrivare ad avere 49 milioni di italiani anche con il booster e per questo le misure saranno graduali“, chiarisce Costa. Quanto all’allentamento del green pass, il sottosegretario alla Salute precisa che “il discorso cambia per le attività all’aperto“. “Inizieremo gradualmente con l’alleggerimento a bar e ristoranti che hanno i dehors, in alcune ipotesi si potrà passare dal green pass rafforzato a quello base”, precisa.

In Italia trattamento di favore solo per i turisti stranieri

Il problema di fondo è che presto in Italia ci saranno due trattamenti, uno di favore per i turisti stranieri, che potranno girare con il green pass base, e uno di sfavore per gli italiani, come ha fatto presente anche la microbiologa Gismondo. In merito anche il sottosegretario alla Salute si rende conto dell’anomalia facendo riferimento alla necessità di allineare i provvedimenti. “Faccio un esempio, con l’ordinanza di ieri abbiamo detto che, per dire, un giapponese può entrare in Italia anche solo dopo aver fatto un tampone ed essere risultato negativo. Poi però gli diciamo che se non ha il super green pass non può usare i mezzi di trasporto italiani. Ecco, allora queste decisioni dovranno essere allineate“, conclude Costa.

Adolfo Spezzaferro

La tua mail per essere sempre aggiornato

11 Commenti

  1. NO…
    NON RESTERA’ AFFATTO,fino al 15 giugno.
    io dal primo di maggio dichiaro la mia indipendenza,
    e mi chiamo fuori da tutto:
    DUE ANNI e MEZZO ho già sacrificato al bene comune….
    ho le mie vaccinazioni,ho sopportato lockdown,mascherine,
    limitazioni negli spostamenti,nei viaggi,
    nelle libertà,green pass e chi più ne ha,più ne metta.

    NE HO ABBASTANZA.
    e con me,decine di milioni di italiani:
    quindi o la fate finita una buona volta e ripristinate la normalità,
    O NOI CE NE SBATTEREMO ALTAMENTE di quello che dite,e ce la riprenderemo
    lo stesso.

    vedete voi cosa vi conviene fare…
    noi italiani da maggio cambiamo musica,COMUNQUE: CON o SENZA,DI VOI.

    dopo non dite che il paese reale non vi aveva avvertito,eh?

  2. Caro Costa,

    in Italia non decide un Ministro ne un Primo Ministro ma il Parlamento e se molti Parlamentari non vogliono che le prossime elezioni politiche si trasformino nel loro funerale meglio pensino bene prima di approvare il Decreto Legge 7 gennaio 2022, n. 1
    https://www.ilprimatonazionale.it/politica/eliminare-green-pass-maggioranza-spaccata-emendamento-lega-vota-con-fdi-224648/

    Chi non può lavorare ha bisogno comunque di soldi per mangiare e pare si stia già organizzando
    https://www.ilparagone.it/attualita/poste-ritiro-risparmi-senza-pass/

    ce la farà poi Cassa Depositi e Prestiti a ricapitalizzare Saipem
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/02/12/saipem-il-conto-per-le-casse-pubbliche-cassa-depositi-dovra-sborsare-almeno-187-milioni-per-partecipare-allaumento-di-capitale/6487486/

    e garantire i prestiti #Covid
    https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2022/01/07/prestiti-garantiti-bomba-da-27-miliardi/6447633/

    se per cause di dittatura, chiedo venia, forza maggiore i cittadini si vedranno costretti a ritirare i 1.400 miliardi che già, avveduti, hanno lasciato liquidi
    https://www.investiremag.it/investire/2019/11/20/news/italiani-in-fuga-dalla-finanza-1-400-miliardi-sono-fermi-in-banca-7397/

    in previsione di tempi duri?

    A tenere la “linea dura” si rischia di prendere qualcosa di un po’ più spesso di una linea ma ugualmente duro, dove non batte il sole. 😀

    Io da parte mia continuerò a chiedere il riscatto
    https://massimosconvolto.wordpress.com/2021/10/14/riscatto/

    fino al 16 giugno e avendo tempo libero continuerò a protestare
    https://massimosconvolto.wordpress.com/2015/06/07/rivoluzione-disarmata/

    Chi l’ha duro la vince! 😛

  3. Chi non farà da cavia gratuita a sieri sperimentali con assunzione totale di responsabilità , compreso il Novavax con nanomolecole, anche dopo il 31 Marzo non potra’ lavorare nella dittatura del vile affarista ,uomo dei banchieri usurai che ci considerano come animali da controllare digitalmente e biologicamente

  4. Cesare, io non farò da cavia e non prendo in giro, ho una paresi, fino a due mesi di prognosi, sono passate solo 3 settimane quindi lo stipendio di febbraio e marzo me lo sono garantito.

    Lo stipendio di aprile, un po meno del mio stipendio ma mi accontento, me lo sono già assicurato vendendo una piccola parte di derivati su cui stavo guadagnando giusto in tempo prima che tornassero a taroccare al ribasso l’oro per spaventare polli, io non ascolto “consulenti”
    https://images.plurk.com/69TvxKZjfaC8zqbkFKY2LZ.png

    Maggio vedremo ma con tutte le patologie che ho magari ci scappa pure qualche altro giustificato motivo di malattia.

    Giugno farò le ferie alla tedesca anziché in agosto alla italiana, parlo anche tedesco, non mi cambia niente 😛

    Perché io alla mia salute ci tengo, sono uscito da un ictus ischemico senza medici e senza ospedali, quindi non delego neanche questa volta visto che non sono mai stato in lockdown essendo tecnico informatico certificato e mai ho portato mascherine per patologie neurologiche e sono qui sano, almeno a livello di sistema immunitario, come un pesce 😀

  5. Fabio, se Salvini non avesse suicidato la Lega e FdI avesse votato come parla, senza approvazione del Parlamento le scoregge di Draghi & Co. sarebbero svanite lasciando allo Stato un mare di debiti perché chiunque aveva subito un sopruso e un danno economico in causa di un provvedimento inesistente, avrebbe potuto fare causa allo Stato.

    E l’avrebbe vinta.

    Ovvio che facciano pagare Pantalone. 🙁

Commenta