Roma, 20 giu — Attimi di terrore a Roma dove un immigrato ghanese ha seminato il panico di fronte alla Stazione Termini brandendo un coltello e correndo in mezzo alla gente, finché la polizia non gli ha sparato per fermarlo.

E’ quanto successo ieri pomeriggio in via Marsala, uno dei luoghi più problematici e degradati del centro della Capitale: tra spaccio, delinquenza, prostituzione ad altissimo tasso di immigrazione clandestina episodi come questo sono quasi all’ordine del giorno.  A fermare il ghanese sono stati gli agenti della PolFer: dopo averlo circondato e avendogli intimato svariate volte l’alt — rimanendo inascoltati — uno dei poliziotti ha esploso un colpo mirando all’inguine, avendo cura di non raggiungerlo in parti vitali.

Ghanese semina panico con un coltello, poliziotto gli spara

Il parapiglia è iniziato con la segnalazione da parte di un dipendente delle Ferrovie dello Stato ai militari dell’esercito e alla PolFer di presidio a Termini: un immigrato, che si è poi rivelato essere un ghanese di 44 anni irregolare sul territorio, stava girando tra la gente, tenendo in mano un coltello con atteggiamento minaccioso. Sono quindi scattati i controlli da parte delle forze dell’ordine, che in breve tempo riescono a individuare lo squilibrato. Lo straniero, rendendosi conto di essere inseguito dai poliziotti, butta per terra lo zaino che porta con sé, e sempre brandendo l’arma bianca si dà alla fuga. Dopo aver scavalcato dei motorini parcheggiati, il ghanese cerca di accoltellare uno degli agenti con un violentissimo fendente. A quel punto, per bloccarlo, un poliziotto spara un colpo di pistola mirando verso il basso, ferendo l’immigrato all’inguine.

Non è in pericolo di vita

Il 44enne ghanese è stato e trasportato in codice rosso al Policlinico Umberto I d Roma. A quanto si apprende, il proiettile avrebbe trapassato l’inguine dell’uomo fuoriuscendo dal gluteo. L’uomo, nonostante la ferita riportata, non è in pericolo di vita. Dagli accertamenti l’uomo è risultato essere un soggetto pluripregiudicato, già noto alle forze dell’ordine.

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

10 Commenti

  1. Un nugolo di sbirri incapaci in balia di un nero agile e scattante che li fa ballare come coglioni. Sembravano una manica di dilettanti scemi che si cimentava contro Sugar Ray Robinson. Movalà che i nostri soldi per le tasse sono proprio spesi bene. Poi sparare all’inguine è davvero da infami, ovvero da sbirri di merda.

  2. Perché ferito? Ora ci tocca mantenerlo ospedale, intervento, degenza, convalescenza, assistenza psico-post , bastano diecimila? Si potevano risparmiare con un po’ più di precisione?

  3. Penablindata, che tu capissi poco era chiaro, ma NON COSÌ POCO !
    Anche l’idiotismo ha un limitismo.(cit.)

  4. Ma ti rendi conto delle idiozie che scrivi? Tu hai bisogno di essere seriamente curato da specialisti in psichiatria. Vergognati, sei u n povero deficiente.

Commenta