Il Primato Nazionale mensile in edicola

Bologna, 17 ott – Attimi di tensione al campo rom di via Erbosa, a Bologna. Due consiglieri di Fratelli d’Italia, Marco Lisei e Francesco Sassone, sono stati minacciati dai nomadi mentre stavano filmando lo stato di degrado all’esterno dell’assembramento di camper e baracche. Nelle scorse ore l’accampamento era finito nel mirino delle forze dell’ordine che avevano portato a termine un maxiblitz antidroga, finito con l‘arresto di 18 persone accusate di traffico internazionale di stupefacenti e il sequestro di armi e di più di un quintale di droga. 

Accerchiati e minacciati

Ieri il capogruppo in Comune e candidato alle elezioni regionali Marco Lisei (Fratelli d’Italia) e il collega di partito Francesco Sassone si erano recati al campo per girare una diretta Facebook e dare conto dell’operazione per aggiornare i cittadini sulla situazione. Ma gli abitanti dell’accampamento non hanno gradito la visita di Lisei e Sassone e li hanno accolti con insulti e minacce, udibili dal 30° minuto del video che pubblichiamo alla fine dell’articolo. “Ti spacco la testa”, “Vi prendo a sberle” “Vi conviene andare via…”. “Ci hanno circondato in sette od otto e uno di loro ci ha detto ‘vi spacco la faccia'”, ha raccontato il consigliere al Giornale.it. “Manteniamo da anni queste persone, che sono nomadi per auto-dichiarazione e non certo perché si spostano. Ci sono costate 3,2 milioni di euro solo negli ultimi dieci anni, una cifra incredibile che si poteva spendere per aiutare davvero chi aveva bisogno. A casa dei cittadini in difficoltà se non pagano la bolletta si spegne la luce, non viene a pagare il comune. Qui a Bologna va così, ma noi non ci attendiamo e vogliamo farli chiudere”, ha spiegato Lisei.

“Eravamo solo in mezzo alla strada, potevamo entrare essendo consiglieri comunali, ma abbiamo voluto evitare che la situazione degenerasse ulteriormente – aggiunge Sassone – La rabbia è che tutto questo avviene a spese dei contribuenti. Per noi è un tema di costi, se voglio vivere in una roulotte o in una capanna se la paghino con i loro soldi”. A suo tempo anche il deputato dei FdI Galeazzo Bignami aveva lanciato l’allarme sulla situazione  dei campi rom che a Bologna tengono in ostaggio interi quartieri. “Ormai è appurato che il Pd voglia cittadini di serie A e di serie B – afferma l’onorevole – La scelta non chiudere i campi, ma di procrastinare la situazione esistente è chiara ed evidente. Solidarietà a Lisei e Sassone, ma fatti a questo genere siamo purtroppo abituati. Sono anni che denunciamo tutto ciò nell’indifferenza del Pd…”.

UNA SCOPERTA STUPEFACENTE! (…che ci è costata più di una MINACCIA subita nel corso del video ….)In mattinata le forze dell'ordine hanno eseguito un blitz all'interno del CAMPO NOMADI DI VIA ERBOSA che sarebbe incredibilmente (?) coinvolto in un traffico di DROGA.Ma pensa…Ricordiamo a tutti che noi paghiamo fior fior di quattrini per questo campo!Ora vi diciamo anche quanto … assieme a Francesco Sassone su una battaglia storica fatta con Galeazzo Bignami!

Publiée par Marco Lisei sur Mercredi 16 octobre 2019

Cristina Gauri

Commenta