Il Primato Nazionale mensile in edicola

Torino, 8 giu – Schifo e vergogna in un parco di Torino, dove un immigrato di origini marocchine di 53 anni si è esibito in atti osceni masturbandosi davanti ai bambini che si trovavano nell’area giochi. L’episodio è accaduto presso i giardinetti pubblici di via Casteldelfino, nella Quinta circoscrizione cittadina ed è avvenuto circa una settimana fa, nel pomeriggio di domenica 30 maggio, anche se le cronache locali ne hanno dato notizia solo oggi.

A dare l’allarme, richiedendo l’intervento degli agenti del commissariato Madonna di Campagna, sono state alcune mamme, dopo che una ragazzina terrorizzata le aveva raggiunte riferendo di avere assistito ad una scena inqualificabile: lo straniero si era tranquillamente avvicinato alla zona ludica e, dopo essersi improvvisamente abbassato i pantaloni, aveva iniziato a toccarsi le parti intime davanti ai bambini presenti.

Dopo aver sfogato i suoi bassissimi istinti davanti agli occhi innocenti dei minori era andato a sedersi su di una panchina poco distante, come se nulla fosse accaduto. All’arrivo delle forze dell’ordine l’uomo si trovava ancora seduto al proprio posto. Sottoposto a controllo, l’uomo, risultato poi essere un cittadino marocchino di 53 anni, ha dichiarato agli agenti di non aver fatto nulla e di trovarsi ai giardinetti per riposarsi da una estenuante giornata lavorativa. Alla fine è stato denunciato per atti osceni in luogo pubblico.

Cristina Gauri

3 Commenti

Commenta