Roma, 18 apr – A scuola di finanza con Bankitalia.

Banca d’Italia ha messo on line un nuovo canale per far crescere progressivamente le conoscenze degli italiani in termini di finanza.

“Quello che conta”, così si chiama il nuovo portale web pubblico, è stato pensato per dare il giusto impulso all’educazione finanziaria, una maniera diretta per apprendere facilmente la via più interessante per gestire il proprio denaro ed i risparmi, ma anche uno strumento per raccogliere e poter consultare tutte le iniziative dedicate alla formazione finanziaria.

Il portale è stato presentato ufficialmente al Salone di Risparmio a Milano grazie alle parole di Magda Bianco, titolare del servizio tutela dei clienti e antiriciclaggio di Banca d’Italia.

Compito del portale informare e censire

Intento principale del portale è quello di dare “informazioni semplici, però accurate e bene organizzate, fornite in modo indipendente da un insieme di soggetti che stanno nel comitato e possono validare queste informazioni destinate al grande pubblico, a tutti quelli che ne hanno bisogno, organizzandole in un modo che speriamo sarà fruibile e davvero utile per tutti” ha spiegato entrando nel merito Magda Bianco.

Parallelamente al supporto on line la Banca d’Italia si occuperà anche di censire i progetti e le proposte, che si stanno sviluppando e quelle già presenti nel nostro paese, in tema di educazione alla finanza e al risparmio, un’operazione di rilevamento “perchè le persone sappiano chi fa che cosa, ad esempio nella propria città, dietro l’angolo, potendone così beneficiare quando necessario”.

Bankitalia al lavoro per migliorare i percorsi di educazione finanziaria a scuola

Banca d’Italia, fa sapere la  titolare del servizio tutela dei clienti e antiriciclaggio di Banca d’Italia sta operando “in modo intenso con il Ministero dell’istruzione e con i suoi esperti per costruire meglio i tanti percorsi che già ci sono nelle scuole, in modo che siano ancora più efficaci e aumentandone la quantità e la qualità, affinché siano strumenti metodologicamente più solidi per raggiungere i ragazzi”.

In Italia forte propensione al risparmio

Nel nostro paese, è un dato di fatto, si rileva una forte propensione al risparmio, che potrà crescere ed irrobustirsi grazie ad un serio percorso di alfabetizzazione, per appropriarsi delle regole di base fondamentali ed apprendere l’abc della finanza.

Oggi per sviluppare nuovi percorsi in tema di risparmio ed investimento i mercati offrono tutta una serie di nuovi strumenti finanziari. Si tratta di nuovi strumenti cresciuti e sviluppatisi grazie alle tecnologie di ultima generazione, ma non sempre di facile comprensione ed utilizzo.Per questo motivo l’alfabetizzazione diventa uno strumento indispensabile per poter operare sui mercati grazie all’uso di nuove piattaforme di robo-advisor.

Per operare nel trading on line necessario l’utilizzo di piattaforme di ultima generazione

Chi opera nel trading on line ad esempio deve imparare ad utilizzare  piattaforme multi asset di ultima generazione,  con funzioni ampliate in grado di offrire più strumenti di trading per una flessibilità maggiore.

Perché accrescere le competenze economico-finanziarie

“Anche se non ce ne rendiamo conto, facciamo continuamente scelte economico/finanziarie –  sottolinea Magda Bianco. Lo possiamo intuire anche nelle semplici operazioni quotidiane:

. Compro o no un paio di scarpe (mi servono/mi piacciono..)

. Scelgo una carta di pagamento (e l’assicurazione che mi offrono?)

. Do la paghetta ai miei figli oppure pago per quello che chiedono/serve…

. Investo per il loro futuro scolastico/come”.

Per questo motivo diventa essenziale accrescere le competenze economico-finanziarie.

 

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here