alpha bank greciaAtene, 16 gen – Eurobank e Alpha Bank, due istituti di credito ellenici, avrebbero fatto richiesta alla Banca di Grecia per poter attingere a finanziamenti d’urgenza. Lo riporta il quotidiano Kathimerini.

Le due banche sarebbero in crisi di liquidità e avrebbero bisogno di almeno cinque miliardi di euro. La crisi nasce dall’incertezza che regna nel paese dopo la mancata elezione del presidente della Repubblica e il conseguente ricorso a consultazioni anticipate, che si terranno il 25 gennaio. Solo a dicembre i correntisti hanno ritirato 2.5 miliardi di euro, che sono diventati 3 con l’inizio del nuovo anno. Elevato il timore che possano essere applicate delle restrizioni ai prelievi, se non addirittura arrivare al blocco dei conti.

Secondo il governatore Ioannis Stournaras, governatore della banca centrale, il programma di aiuti cui hanno chiesto di accedere le due banche avrebbe disponibilità liquide solo fino al termine del mese di febbraio. Senza considerare, inoltre, che secondo alcune indiscrezioni Atene sarebbe esclusa dal piano di quantitative easing che la Bce si appresta a varare.

Un duro colpo per la ripresa del paese che, negli ultimi tempi, sembrava avviata verso un minimo recupero, pur nel clima di austerity che ancora tocca nel profondo la carne viva dei cittadini greci.

Filippo Burla

Commenti

commenti

1 commento

  1. […] Un duro colpo per il sistema bancario greco, che non potrà più prendere parte alle normali aste di rifinanziamento che si tengono periodicamente a Francoforte. Rimane invece sempre in essere il programma Ela – Emergency liquidity assistance, destinato a risolvere problemi di mancanza di liquidità nel breve periodo e al quale alcuni istituti della penisola ellenica potrebbero dover accedere a breve, nonostante la banca centrale, per parola del governatore Iannis Stournaras, abbia disponibilità solo fino al termine di questo mese. […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here