Il Primato Nazionale mensile in edicola
Filippo Bagnato
Filippo Bagnato


Roma, 30 mar – La settimana scorsa si è chiusa con una serie di importanti cambiamenti in Finmeccanica. Il consiglio di amministrazione, presieduto da Gianni De Gennaro, si è riunito per nominare i nuovi vertici di tre controllate, Alenia Aermacchi, BredaMenarini e Fata. Poche le parole spese dalla holding della Difesa nella nota che presenta Nunzio Saporoso, come nuovo a.d. della bolognese BredaMenarinibus, Andrea Lombardi, nuovo a.d. di Fata ed, in particolare Filippo Bagnato come leader di Alenia Aermacchi.

Il cambio al vertice nell’azienda leader del settore aeronautico italiano non giunge certo inaspettata. Era infatti noto che l’ex a.d. Giuseppe Giordo, non avesse accettato di essere un “semplice” direttore di divisione nella nuova struttura imposta da Mauro Moretti.

Anche la scelta del nuovo leader non sembra casuale: Filippo Bagnato ha una lunga storia in campo aeronautico ed è stato CEO di ATR, il consorzio composto da Alenia e la francese Airbus, che si occupa della gestione e della commercializzazione del velivolo regionale. Moretti ha infatti più volte affermato di pensare ad assumere il controllo completo del consorzio e questa assegnazione sembra voler confermare questa intenzione.

Giuseppe Giordo
Giuseppe Giordo

Come ulteriore conferma della scelta di Bagnato in funzione dei target imposti da Moretti basti pensare che prima di essere a capo di ATR, è stato prima a capo prima capo della divisione velivoli da combattimento dell’allora Alenia Aeronautica ed al vertice del consorzio europeo Eurofighter.

Si evidenziano quindi le specificità di bagnato sia per quanto riguarda il segmento dei “sistemi d’arma” e di quello civile dei Regional jet coperto dai Turboprop di ATR.

La notizia è stata accolta positivamente anche dai sindacati. “Ringraziamo tutti il dottor Giordo per il lavoro svolto e ora accogliamo nel migliore dei modi il dottor Bagnato, nella speranza che Alenia possa essere potenziata ulteriormente e che non si parli mai e poi mai di smantellamento industriale, visto che stiamo parlando di un enorme patrimonio tecnologico, occupazionale e produttivo dal risvolto sociale altrettanto gigantesco” ha affermato Luigi Mercogliano, segretario regionale della Fismic Campania. Si appella invece al dialogo il segretario della Fim Cisl di Napoli e della Campania, Giuseppe Terraciano “affinché venga finalmente avviato il confronto per il rilancio di Alenia”.

Cesare Dragandana

Commenta