Il Primato Nazionale mensile in edicola

Sacramento, 17 ott – Presto in California ci saranno maschi, femmine e persone di genere non-binario. Il terzo genere, cioè quello di coloro che non si riconoscono nell’essere uomo o donna, o si riconoscono in entrambi, entrerà ufficialmente sui documenti. Secondo gli appartenenti alla comunità LGBT, la firma del governatore Jerry Brown ha segnato un fatto storico, dal momento che la California è il primo stato americano a riconoscere per legge che le persone non sono solo uomini o donne.



Una bizzarria a stelle e strisce che rischia di segnare un precedente importante e dare il via libera anche in altri stati alla legalizzazione della confusione di identità. La legge SB179 approvata nei giorni scorsi, potrebbe semplificare ulteriormente anche la riassegnazione di sesso per le persone transgender, inoltrando la richiesta all’anagrafe.

Black Brain

Già in Oregon e a Washington D.C., infatti, c’è l’opzione terzo genere sulla patente di guida, dove esiste la dicitura X per quanti non si identificano in maschi o femmine, ma non esiste una legge al riguardo. La California tuttavia, che applicherà la legge su tutti i documenti, a partire dal certificato di nascita, non è il primo in assoluto a riconoscere questo “diritto”: Canada, Australia e India, per citare qualche esempio, sono stati arrivati prima del governatore Jerry Borwn.

La legge è stata presentata al Senato nel maggio scorso, dopo che da mesi Sara Kelly Keenan, una 55enne con organi genitali femminili, geni maschili e organi riproduttivi interni misti, registrata come femmina all’anagrafe, ha ottenuto il riconoscimento di persona “intersex” da parte del tribunale. Il suo caso è stato l’emblema della battaglia portata avanti da medici, avvocati e gruppi di insegnanti, convinti che sesso biologico e identificazione di genere siano due cose molto diverse tra loro. Nel governatore californiano hanno inoltre trovato il terreno fertile per far approvare la legge, che entrerà in vigore a tutti gli effetti nel 2019, ma che già da settembre 2018 prevede che già dal 1 settembre 2018 quanti vogliono cambiare genere non dovranno presentare in tribunale il certificato che attesti l’intervento chirurgico per il cambio di sesso.

Va ricordato che il governatore Jerry Brown è uno dei più accaniti oppositori dell’amministrazione Trump e non perde occasione per sferrargli attacchi e lanciargli sfide. Come quando ha deciso che la California sarebbe stato il primo Stato-Santuario d’America, dove gli immigrati illegali vengono tutelati.

Anna Pedri

 

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta