Il Primato Nazionale mensile in edicola

Seattle, 31 ott – Amanda Knox, condannata e assolta due volte per l’omicidio di Meredith Kercher, adesso è opinionista; la sua rubrica si chiamerà Ask Amanda Knox e si occuperà di rispondere alle domande dei lettori di un popolare rotocalco della natia Seattle.

Il giornale si chiama Westside Seattle ed è di proprietà della famiglia del marito della Knox, Christopher Robinson. Tra pochi giorni ricadrà della britannica Meredith Kercher, uccisa a Perugia nel 2007. Il direttore stesso del giornale ha scritto che i quattro anni trascorsi in una prigione italiana “per un delitto che non aveva commesso” hanno dato ad Amanda “una prospettiva unica sulla vita“. “Ora completamente prosciolta da ogni accusa, questa scrittrice di bestseller ed attivista per la riforma della giustizia penale offre la sua visione per rispondere alle domande dei lettori sulla vita, l’amore, il dolore ed il suo significato”,continua il Westside Seattle sulla sua pagina Facebook.

I dubbi dei lettori

Qualcuno, però, ha protestato. Robinson non si scoraggia e risponde: “Per chi abbia avuto dubbi, o ha ancora dubbi, dopo tutto quello che è emerso, sulla sua innocenza, tutto quello che posso dire è che se la incontraste, avendo l’occasione di parlare con lei e conoscerla, non avreste altro che ammirazione per lei”. 

La “lite” con Lady Gaga

Amanda insomma sta tentando il grande salto verso la celebrità dopo i trascorsi in Italia. Giorni fa aveva anche risposto alla cantante Lady Gaga, che aveva scritto sul suo profilo Twitter di come, a volte, la fama sia una prigione. “Ti sono vicina” le ha risposto la Knox “ma la prigione è prigione”. Insomma, il personaggio di ex galeotta e intellettuale è quello che si è scelta e adesso non si può più usare il carcere nemmeno in senso allegorico per non urtare la sua sensibilità.

Ilaria Paoletti

Commenta