Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 9 mar – Donald Trump continua a minimizzare i rischi del coronavirus e a ben vedere, considerato l’aumento di casi anche negli Stati Uniti, non sembra prendere troppo in considerazione neppure le drammatiche conseguenze. Così oggi ha sparato la sua dal suo sociale preferito: “Lo scorso anno 37 mila americani sono morti per la comune influenza. La media è tra i 27.000 e i 70.000 per anno. Nulla viene chiuso, la vita e l’economia vanno avanti. In questo momento ci sono 546 casi confermati di coronavirus, con 22 morti. Pensate a questo!”, ha scritto il presidente americano su Twitter.

Trump e le accuse di fake news

I dati citati da Trump in realtà non inquadrano affatto il grave problema attuale, perché il virus cinese rispetto all’influenza ha un tasso di mortalità maggiore e non esiste ancora un vaccino o comunque una cura sicuramente efficace per contrastarlo. Il presidente Usa finge probabilmente di ignorare questi aspetti e incalza, accusando di fake news chi diffonde il panico. A suo avviso infatti la borsa non sta crollando a causa del coronavirus ma dello scontro tra Russia e Arabia Saudita che sta impedendo il rinnovo dell’accordo Opec per il taglio della produzione del petrolio.

In ogni caso Trump continua a puntare il dito contro chi diffonde quelle che lui ritiene false notizie sul virus cinese, ad esempio quattro giorni fa ha accusato l’Organizzazione Mondiale della Sanità di diffondere numeri falsi sul tasso di mortalità. “E’ una mia impressione basata sulle conversazioni che ho avuto con molta gente“, ha dichiarato Trump, che basandosi semplicemente sulla propria esperienza personale si è detto certo che molte persone che contrarranno il coronavirus “si riprenderanno rapidamente, senza neanche vedere il medico”.

Eugenio Palazzini

 

1 commento

  1. L’autore dice; “il virus cinese rispetto all’influenza ha un tasso di mortalità maggiore e non esiste ancora un vaccino” Chiariamo ; l’influenza è causata da un virus( o da un battierio).Non si puo’ dire il virus cinese rispetto all’ influenza; sono la stessa cosa!!.Negli anni scorsi erano altri virus in Italia a causare gli 8000 morti annuali per influenza (dati Istituto Superiore di Sanità).I vaccini non sono mai per il ceppo che viene nel piu’ recente anno perchè sono preparati da quello dell’ anno prima che non è piu’ la causa dell’ influenza l’anno dopo!!Una volta che arriva il vaccino l’influenza da quel virus è gia’ passata!!
    Vedo che oramai la paura generata dai media non stà piu’ facendo ragionare correttamente tante persone e concordo con quello che dice Trump su questo virus che non è peggio di quelli passati tipo sars, cinese , hong kong , aviaria, etc avvenuti gli anni prima nè è piu’ mortale di quelli.
    L’esperimento sociale di impaurire tutti e levarci la libertà di muoverci, assemblarci o partecipare a cerimonie religiose è invece si’ una novità che alle elites globaliste anticristiane della dittatura finanziaria che crea a costo zero la moneta privata piacerà moltissimo sperimentare sulle cavie .Con il blocco totale della nostra economia poi riusciranno anche a comperare a 2 lire gli ultimi beni pubblici e privati rimasti

Commenta