Il Primato Nazionale mensile in edicola

New York, 26 lug – A terra con ferite al collo e in stato di semincoscienza: è stato trovato così il finanziere miliardario Jeffrey Epstein nella cella del carcere di New York in cui si trova attualmente recluso. Lo riferisce la Bbc. Il 66enne, accusato di traffico e sfruttamento sessuale di ragazzine minorenni, sta attendendo l’inizio del processo a suo carico. Epstein si trova ora piantonato in un ospedale di Manhattan. Non sono chiare le dinamiche dell’incidente, tutte le piste (dal tentato suicidio all’aggressione da parte di altri detenuti) sono al vaglio degli investigatori.

Nessuna cauzione

I legali di Epstein avevano avanzato la richiesta di libertà su cauzione per poter consentire al magnate di vivere agli arresti domiciliari nella sua sontuosa residenza di Manhattan: richiesta che il tribunale federale aveva respinto lo scorso 18 luglio. Il miliardario rischia l’ergastolo per l’accusa di aver creato “un rete per sfruttare sessualmente e abusare di decine di ragazze minorenni”. Già nel 2008 l’uomo aveva già patteggiato una condanna per incitamento alla prostituzione in Florida, cavandosela con poco più di un anno di condanna in semilibertà. La polizia raccolse le testimonianze di 36 ragazze, ma le vittime sarebbero state almeno ottanta. 

Amico di Clinton

Il finanziere fu un tempo grande amico di Bill Clinton; il suo jet privato, un Boeing 727 chiamato Lolita Express, secondo quanto riporta Fox News ospitò per ben 26 volte, dal 2001 al 2003, l’ex presidente americano. Lo stesso aereo con cui il miliardario trasportava minorenni per molestarle nelle sue residenze di lusso. Anche Trump figura nelle vecchie conoscenze di Epstein. Dal 2002 al 2005 il miliardario avrebbe adescato decine e decine di ragazze, tutte poco più che bambine, portandole nella sua abitazione newyorchese a un passo da Central Park oppure a Palm Beach, in Florida. In una cassaforte della sua abitazione sono stati rinvenuti cd con centinaia di fotografie di minorenni nude. Le nuove accuse riguardano casi di violenza avvenuti tra il 2002 e il 2005. Epstein sarebbe stato al corrente della minore età delle sue vittime.

Cristina Gauri

1 commento

  1. Pena di morte attuabile nell’arco di 24 ore, umm…noooo troppo facile.
    Vediamo…nuova pena, essere sodomizzato da altri detenuti fino a che morte sopraggiunga.
    Liberiamoci da un mondo di pedofili e omossessuali (che è la stessa cosa).

Commenta