Pechino, 21 mag – La guerra dei dazi tra Washington e Pechino miete le prime vittime: i fan che all’ombra della Grande Muraglia attendevano impazienti l’esito della serie Game of Thrones sono rimasti a bocca asciutta, trovandosi bloccata l’ultima puntata.


“Vi faremo sapere”

Secondo il Wall Street JournalTencent Video, il colosso dell’entertainment che detiene i diritti esclusivi per la trasmissione in terra cinese dei contenuti Hbo e quindi della serie basata sui romanzi di George R.R. Martin,  ha avuto degli imprecisati (e inquietanti) “problemi di trasmissione” . “Vi faremo sapere un altro orario per la messa in onda di Game of Thrones” ha avvertito gli utenti, che non si aspettavano questa brutta sorpresa. Molti utenti hanno chiesto il rimborso dell’abbonamento annuale da 198 yuan (circa 25 euro). La Hbo ha reso noto che non si tratterebbe, appunto, di “problemi di trasmissione”, ma è tutto una conseguenza delle restrizioni a cui è sottoposta la cinese Tencent, divisione del gigante web Tencent Holdings Ltd. Pechino avrebbe quindi reso chiara la propria volontà di serrare  il proprio mercato a prodotti come film e serie tv Usa.

Game of Thrones, uno degli spettacoli più seguiti in Cina

I fan che non sono in grado di guardare Game of Thrones potrebbero non sembrare un grosso problema rispetto ad altre ricadute dei negoziati commerciali degli Stati Uniti con la Cina, ma è un esempio di come le persone di tutti i giorni vengono colpite. Game of Thrones è uno degli spettacoli più popolari in Cina: l’ultima stagione è stata vista più di “550 milioni di volte su Tencent Video negli scorsi giorni”, secondo quanto riporta il Wall Street Journal. L’episodio finale è stato pubblicato sui siti “pirata” di streaming, ma non è ancora disponibile per  tramite Tencent Video.

Ilaria Paoletti

Commenta