Baghdad, 29 set – Lo hanno dato per morto innumerevoli volte, invece pare sia tornato. Il Califfo Abu Bakr Al Baghdadi, o almeno una voce molto simile alla sua, ha registrato un audio-messaggio prodotto dalla Fondazione al Furqan e diffuso dall’Isis sui propri canali Telegram. In tutto quasi 46 minuti di sermone.



Era quasi un anno che il Califfo non dava segni di vita. L’ultima volta era stato il 1 novembre scorso. In quell’occasione aveva incitato i suoi alla difesa di Mosul, capitale di fatto del Califfato in Iraq. Poi era sparito. Tanto che ripetutamente si è diffusa la notizia della sua morte. Anche i russi, a giugno, avevano annunciato di averlo ucciso. E a luglio lo avevano fatto gli iracheni. Secondo alcuni commentatori il messaggio è stata diffuso per mettere a tacere le voci sulla morte del Califfo che periodicamente tornano a far parlare le cronache.

Ieri, a sorpresa, Abu Bakr Al Baghdadi è tornato a far sentire la sua voce riferendosi a tematiche di stretta attualità. Ha parlato della minaccia che l’Isis rappresenta per l’Occidente, e ha citato i recenti attentati nella metropolitana di Londra e nel centro di Barcellona, che lo Stato Islamico ha rivendicato. Ma il Califfo si è spinto oltre e ha parlato anche delle minacce della Corea del Nord a Stati Uniti e Giappone. Parole molto dure per l’America, che viene descritta come fiaccata dai debiti e in procinto di collassare. Tuttavia la datazione del video è incerta, poiché non viene fatta alcuna menzione del referendum in Kurdistan.

Il Califfo ha avuto parole di incoraggiamento anche per i suoi adepti, che un po’ ovunque, ma soprattutto in Siria hanno perso quasi tutti i territori conquistati. Li ha esortati ad avere “pazienza e determinazione”, perché i Mujahiddin “sono lo scudo e la speranza. Sono la prima linea della difesa” del suo Califfato e ha assicurato che il sangue “versato a Mosul, Sirte e Raqqa sarà vendicato”.

Proprio per incitare i miliziani a non abbandonare la loro lotta Al Baghdadi lancia un appello a non gettare le armi: “svegliatevi dal sonno e prendete coscienza che crociati e sciiti non accetteranno le mezzi soluzioni”.

Anna Pedri

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. ……il fatto che non ci siano immagini del califfettto è un chiaro esempio di imitazione..un nuovo ”Alighiero Noschese” con lo straccio avvolto sulla testa….probabilmente reclutato dalla CIA ……

Commenta