Per donare un profumo duraturo ai capi non basta usare il detersivo, ma serve usare altri prodotti che possano dare quella piacevole sensazione di pulito e freschezza, come i profumatori per bucato. Basta aggiungerne anche solo 2 tappi nel cassetto dell’ammorbidente e alla fine del ciclo di lavaggio si sprigionerà tutto il profumo.



I profumatori per bucato, inoltre, possono essere usati anche nell’asciugatrice. Ma vediamo quali siano le regole d’oro per un bucato impeccabile.

5 regole per 1 misurino

Prima di iniziare ad usare un profumatore per bucato occorre innanzitutto considerare il tipo di detersivo o ammorbidante da associarci, cioè occorre sceglierli neutri in modo che possa essere esaltato tutto il profumo del profumatore.

Bisogna poi tener conto di:

  • Non usare sempre la stessa fragranza, perché altrimenti il naso tende a non riconoscerla più in modo distintivo e quindi si avrebbe come la sensazione di non sentire più il profumo;
  • Non usare fonti di calore come il ferro da stiro. I profumatori per bucato infatti vengono realizzati con olii essenziali che si intrecciano alle fibre dei tessuti. Sarà quindi necessario fare più attenzione a stirare gli indumenti solo quando siano ben asciutti, onde evitare di ritrovarsi con delle macchie scure nei tessuti! Nulla di allarmante, dato che basterà rilavarli e torneranno come prima;
  • Se per sbaglio dovesse fuoriuscire qualche goccia di profumatore per bucato e dovesse sporcare la lavatrice basterà solo ripulirla con un panno umido;
  • Poter usare il profumatore per bucato sia in lavatrice che per il bucato a mano.

Diversi usi per un solo prodotto: gli usi alternativi dei profumatori per bucato

I profumatori per bucato, in realtà, possono essere usati anche in modo alternativo. Oltre infatti ad essere aggiunti prima del lavaggio o in fase di risciacquo sia in lavatrice che in asciugatrice (o durante il lavaggio a mano), possono essere impiegati per eliminare gli odori dello scarico del lavandino. Si sa, infatti, che generalmente nello scarico ci finisca di tutto e di più e a lungo andare poi si possa iniziare ad avvertire qualche male odore. Con qualche goccia di profumatore per bucato diluita in acqua si otterrà la soluzione economica perfetta per sbarazzarsi dei cattivi odori. Basterà versarlo nel buco del lavandino e lasciarlo agire per qualche istante, far scorrere l’acqua corrente e il gioco è fatto!

Oppure può essere un buon prodotto per profumare l’ambiente di casa. Mezzo tappo versato in un secchio d’acqua diviene infatti ideale come prodotto lavapavimenti, ma con la differenza di lasciare una scia di profumo man mano che il pavimento viene lavato! E una volta asciutto resterà un odore di pulito.

Un altro ottimo impiego potrebbe essere l’utilizzo per accentuare il profumo di vestiti, tende o tappeti. Sarà sufficiente diluire una parte del profumatore in 3 parti di acqua, mescolare e bene e versare in uno spruzzino. A questo punto verrà spruzzato sui capi da profumare (d’altra parte, quando gli indumenti rimangono a lungo nell’armadio si sente un odore di “chiuso”) et voilà!

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Tutta chimica, sintesi,non fatevi abbagliare…. Sapone di Marsiglia e asciugare a favore di brezza, aria pura, venticello, vento…
    In città metro-monnezza come Milano, viaggiare con ozono alla grande specie negli scarichi e carichi pure pieni di legionella cloro resistente… Infatti il vero problema è la qualità dell’ acqua!! Altro che osmosi inversa a salvar capra e cavoli… morti entrambi! Sui tessuti è come x la terra… cationi/anioni, microbi e pH conseguente.

Commenta