Il Primato Nazionale mensile in edicola

Parma, 21 nov – Momenti di accesa discussione, ieri, fra militanti di CasaPound Italia, insieme ai comitati dei cittadini che si oppongo alla disseminazione di centri d’accoglienza sul territorio, e il sindaco di Parma Federico Pizzarotti. Un confronto che si è tenuto nella piazza di Zibello, paese della provincia, dove i simpatizzanti del movimento stavano conducendo l’ennesima protesta contro l’arrivo indiscriminato di clandestini.

Se le chiedono una cosa lei deve rispondere“, osservano al sindaco, in riferimento all’arrivo di numerosi sedicenti richiedenti asilo in una frazione del capoluogo. Laconica la risposta di Pizzarotti: “No”. Stesso copione quando gli viene domandato se è al corrente degli ultimi accadimenti, cioé i numerosi episodi di microcriminalità avvenuti da quando sono arrivati gli immigrati: “No”, risponde sempre il sindaco ex Movimento cinque stelle, dimenticandosi evidentemente che per la sua carica egli è fra le massime autorità di pubblica sicurezza del territorio.

Sempre negativo è il riscontro quando gli viene chiesto del perché non ha incontrato i cittadini in occasione dell’assemblea pubblica che ha visto più di 150 persone presenti: “Un incontro che non ha nessuna utilità”, spiega ancora il sindaco, il quale però non ha mancato, pochi giorno dopo, di andare nel centro d’accoglienza per le foto di rito. L’apice della discussione arriva però poco dopo, quando a domanda Pizzarotti con arroganza così risponde alle legittime preoccupazioni di tanti suoi concittadini: “I clandestini ve li berrete ancora”.

Nicola Mattei

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta