Il Primato Nazionale mensile in edicola

SarkozyParigi, 21 nov – Nicolas Sarkozy lascia la politica. Fatali, per l’ex presidente francese, sono state le primarie del centrodestra transalpino, che hanno visto il trionfo a sorpresa di un suo ex fedelissimo, Francois Fillon, 62 anni. Il commento di Sarkozy non lascia spazio a interpretazioni: “Non sono riuscito a convincere una maggioranza di elettori. Rispetto questa scelta. Fillon è colui che ha capito meglio di tutti le sfide che si presentano alla Francia. Voterò per lui al secondo turno. E’ tempo per me di cominciare una vita con più passioni private e meno passioni pubbliche”. Al ballottaggio di domenica prossima, Fillon se la vedrà con Juppé.



Si è trattato di primarie molto partecipate: si sono recati alle urne tra i 3,9 e i 4,3 milioni di votanti. Nel 2011 le primarie della sinistra richiamarono 2,8 milioni di elettori. Fillon era il candidato più liberale fra quanti si presentavano alle primarie e la sua vittoria al secondo turno appare scontata. Dato che i sondaggi – per quel che valgono, di questi tempi – danno per spacciato alle presidenziali il candidato socialista, quale che sia, è probabile che la sfida finale sarà quella tra Marine Le Pen e Fillon. Il che potrebbe andare a tutto vantaggio della candidata frontista: Sarkozy aveva dalla sua carisma e notorietà, oltre che una capacità di saper accelerare a comando su tematiche calde come l’immigrazione e l’insicurezza. Una sua campagna anti-racaille (famoso il suo giro in banlieue del 2005, in cui promise ai cittadini di ripulire le strade dalla racaille, appunto, cioè dalla feccia per lo più di origine immigrata) avrebbe potuto seriamente impensierire una Marine sempre più moderata e istituzionale.

Black Brain

Di fronte a Fillon, forse la candidata del Front National potrebbe avere vita più facile, anche se bisogna sempre tener conto dell’effetto “Fronte Repubblicano” (gli elettori della sinistra che votano per il candidato della destra pur di sabotare la Le Pen). Staremo a vedere. Nel frattempo, l’uscita di scena di un personaggio come Sarkozy, con tutte le responsabilità che egli porta su di sé per la destabilizzazione del Nordafrica, non può che rappresentare un passaggio simbolico che mette una certa allegria.

Giorgio Nigra

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Di tanto in tanto fa piacere venire a conoscienza di una lieta notizia.

    L’unica cosa che mi rammarica è che Sarko-fago è arrivato in testa nelle primarie di 2 isolette la reunione e la Corsica…

Commenta