Roma, 20 nov – “Pretendo un’opposizione seria, credibile, perché difendiamo tutti gli interessi nazionali, altrimenti è un sovranismo da operetta“. Così Giuseppe Conte, a margine dell’assemblea dell’Anci ad Arezzo, ha attaccato Matteo Salvini. “Oggi abbiamo scoperto che c’è un Mes, un negoziato che in realtà è in corso da oltre un anno – ha detto il premier – Tra l’altro, questo delirio collettivo è stato suscitato dal leader dell’opposizione che era la stessa persona che qualche mese fa partecipava ai tavoli dove si discuteva di Mes… Da marzo a giugno di quest’anno, abbiamo avuto vertici di maggioranza con i massimi esponenti della Lega, dove abbiamo discusso di Mes e della fase di avanzamento del negoziato con tutti i risvolti. Questo è un dato oggettivo”. Di conseguenza, secondo Conte quello del leader leghista sarebbe “è un atteggiamento irresponsabile”, perché “lo stesso partito che partecipava a vertici di maggioranza sul tema scopre l’esistenza del Mes e grida allo scandalo”.

“Conte bugiardo o smemorato”

Il primo ministro non ha dunque usato mezzi termini per puntare il dito contro Salvini, la cui risposta non si è però fatta attendere. “Il signor Conte è bugiardo o smemorato. Se fosse onesto direbbe che ai tavoli, così come a ogni dibattito pubblico, abbiamo sempre detto di NO al MES. Non è difficile da ammettere”, ha scritto il leader della Lega su Facebook. Salvini ha poi incalzato: “Ci sono numerose dichiarazioni che testimoniano la contrarietà espressa da tutti i componenti della Lega, ministri compresi, su questo argomento. Cosa teme il presidente del Consiglio? Ha forse svenduto i risparmi degli italiani?”. Sulla trappola salva-Stati del resto Salvini aveva già attaccato duramente Conte, chiedendogli di dire “la verità” perché “quelle modifiche mettono a rischio i risparmi degli italiani”.

Alessandro Della Guglia

Commenta