Roma, 29 nov – Sono tempi duri per le Forze armate. Innanzitutto, nel Def, la «manovra del popolo», sono previsti tagli alla Difesa che ammontano a circa 500 milioni di euro. Ma il ministro grillino Elisabetta Trenta ha assicurato: «Dai tagli non deriverà assolutamente alcun pericolo per la sicurezza». Bisogna crederle in parola. Sempre la Trenta, comunque, ha implicitamente illustrato la sua visione del futuro delle Forze armate: divisioni, battaglioni e plotoni composti sempre più da donne empatiche e obesi redenti. Non è uno scherzo. Già qualche giorno fa, presentando una nuova direttiva sul cosiddetto «eccesso ponderale», la Trenta ha infatti dichiarato: «Chi riscontra problemi di questo genere [di obesità, ndr] deve essere seguito e aiutato, il che non significa soprassedere alle regole sia chiaro, bensì significa far sentire i nostri militari parte di una grande famiglia. Significa supportarli di fronte a un problema oggettivo».

Insomma, non sarà più opportuno congedare militari obesi, ma bisognerà aiutarli a dimagrire grazie a programmi di sostegno psicologico: «Fino ad oggi il sovrappeso dei nostri militari era stato motivo di congedo, di abbandono. Ho ascoltato casi di chi con qualche chilo in più è stato messo alla porta, altri di chi si è trovato spinto ad intraprendere un’operazione chirurgica molto delicata per la riduzione dello stomaco. Preso atto di queste storture ora stiamo cercando di correggere la situazione, perché se è vero che l’obesità è un problema, a volte anche con una forte componente psicologica, come tale deve essere trattato! Il personale va seguito, va accompagnato in un percorso specifico, va affiancato quando ne ha bisogno e proprio questo aspetto sarà inserito nella circolare che dirameremo nei prossimi giorni».

Ma non è solo su questo tema che le Forze armate devono diventare più comprensive ed empatiche. Sempre la Trenta, infatti, ha detto: «Prima o poi avremo una donna generale e questa è una certezza. Nel futuro le donne saranno sempre più pienamente integrate nelle forze armate. Le donne hanno una maggiore sensibilità utilissima nelle missioni di pace e riescono ad essere soprattutto un elemento di risoluzione dei conflitti. Abbiamo bravissime soldatesse». Se a ciò aggiungiamo le dichiarazioni del nuovo capo di stato maggiore della Difesa, Enzo Vecciarelli, il quale affermò che «oggi non è più necessario difendere i confini», ecco possiamo farci un’idea molto concreta di quello che sarà il futuro delle nostre Forze armate.

Gianni Meno

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

4 Commenti

  1. immagino che per tal Trenta,il massimo dovrebbe essere un Generale donna,obesa,incinta e con una “compagna” donna,magari di colore.

    comunque a mio avviso affermare che “sfanculare” gli obesi dalle FFAA è una “stortura”, è cosa alquanto illeggibile,visto che non stiamo parlando di personale di Poste Italiane,ma di uomini che almeno sulla carta dovrebbero essere atti alla guerra o alla difesa.

    non c’è niente da fare…quando hanno nominato ministro tal Trenta,il commento del Comandante Bertolini (uno tra i pochissimi Ufficiali ad avere avuto per ben due volte il comando degli INC) è stato assolutamente preciso e micidiale come un tiro con ACCURACY INTERNATIONAL:

    “Hanno la faccia come il c**lo. Completeranno la distruzione delle Forze Armate con queste incompetenti allo sbaraglio. D’altronde ormai è un dato acquisito: se non sei donna non puoi fare il ministro della Difesa“

  2. Veramente a me sembra più grave la dichiarazione del capo di stato maggiore della difesa che ritiene sia anacronistico difendere i confini.

  3. Avremo una donna generale? Uhm dovremmo festeggiare? Ma per favore.

    Non si sa che con la possibilità di reclutare donne nell’Esercito – che è una cosa assolutamente sbagliata, perché non c’è cosa più maschile di un esercito, e andrebbero reclutati solo maschi, ma purtroppo questo egualitarismo esasperato sessantottardo ci ha portati perfino a questo – si punta di più a mascolinizzare ancora di più la donna o a svirilizzare l’esercito. Siamo davvero alla frutta.

  4. Ormai ….il tarlo distruttivo è in atto …le nostre. ” Forse… Armate”.
    sono sotto attacco di nemici subdoli che le stanno distruggendo internamente.Si arruolano bassetti… donne obese …ecc.e in futuro anche altri…soggetti….con generali pacifisti incapaci di opporsi a politicanti da quattro soldi…. ministre….con gradi conquistati a tavolino…ecc..che schifo…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here