Roma, 12 lug – Salvini impiccato e Di Maio che festeggia. È questa la graziosa scenetta che il vignettista Sergio Staino ha confezionato per la Stampa. Roba che, se i protagonisti fossero stati Zingaretti, Carola Rackete o Greta Thunberg, la sinistra ci avrebbe già imbastito un caso internazionale. Invece con Salvini – che non ha il placet di Soros o Di Benedetti – tutto è permesso. E questo Staino, ex direttore dell’Unità, lo sa benissimo.

È satira quella di Staino?

La vignetta di Staino ritrae un impiccato in penombra, mentre un uomo di spalle, apostrofato «Giggi’» da una donna, esclama «’a Maronna… mammà!». Quello che sembra essere a tutti gli effetti Luigi Di Maio annuncia quindi alla madre che «s’è suicidato Salvini» (e infatti l’impiccato è proprio il ministro dell’Interno). A quel punto il capo politico del M5S si lascia andare a un impeto di gioia, canticchiando «San Gennaro m’ha fatto ’o miracolo, San Gennaro m’ha fatto ’o miracolo». Poi arriva la «battuta» di chiusura, pronunciata dalla madre di Di Maio: «Giggi’, ma perché? Mo’ San Gennaro è giudice ad Agrigento?». Il riferimento, ovviamente, è ad Alessandra Vella, la gip del capoluogo siciliano che ha scarcerato Carola Rackete in maniera assai discutibile e controversa.

La vignetta di Staino

I precedenti


Se Staino già in passato aveva realizzato per Avvenire una vignetta in cui Gesù in persona attaccava il ministro dell’Interno, non è ovviamente la prima volta che Salvini è stato fatto oggetto di «satira» – ammesso e non concesso che simili disegnini lo siano – da parte di vignettisti di sinistra. Ben prima di Staino, infatti, fece molto scalpore una vignetta dell’immarcescibile Vauro, il quale ritrasse Salvini che si sparava un colpo alla testa, con tanto di cervella in bella vista. In un’altra, invece, non lo «uccise», ma lo raffigurò comunque come un maiale. Ma si potrebbe andare avanti all’infinito. Ad ogni modo, questa campagna d’odio contro il leader della Lega non sembra per ora averne affossato il consenso. Anzi.

Elena Sempione

Commenti

commenti

4 Commenti

  1. . soprattutto mancanza di professionalità…..un disegno degno delle capacità di un bambino di 2 anni..l’ultimo, buon vignettista è stato Forattini

  2. Je ne suis pas charli ni staino’ ,
    ora Basta !
    Matteo cazzo ! sbattili in galera !!!!
    Istigazione a delinquere
    Apologia di reato
    Associazione mafiosa
    Vilipendio delle Istituzioni
    … e che cazzo ! basta lasciare spazio a ste merde che DELINQUONO !!!!!
    Carcere duro !!!!
    Matteo te set trop bun ,
    e ,el me nonno diseva :
    a ves bun … te set un cujun !!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here