Il Primato Nazionale mensile in edicola

Cosenza, 23 ott – Matrimoni combinati per ottenere permessi di soggiorno. A Cosenza è stata sgominata una vera e propria rete criminale, i cui appartenenti, tutti italo-marocchini, sono ora indagati per favoreggiamento della permanenza illegale di stranieri nel territorio italiano.
L’operazione, culminata ieri, è stata denominata “San Valentino”, e ha preso avvio nell’estate del 2016, quando il Ros di Salerno ha avviato le indagini in seguito alla segnalazione di un marocchino che aveva raccontato di un suo connazionale presunto affiliato allo Stato Islamico che gli avrebbe confidato propositi di attentati da eseguire in Europa e in alcune cittadine del Marocco. Una volta risaliti all’identità di questo presunto aderente all’Isis, si è scoperto che l’uomo aveva lasciato l’Italia per recarsi in Marocco dopo aver soggiornato brevemente in altri stati europei. Prima però si era sposato con una cittadina italiana residente a Cosenza, proprio come il fratello. Proprio il matrimonio è stato l’elemento che ha permesso di scoprire l’esistenza di un vero e proprio traffico di permessi di soggiorno.
Inizialmente dunque le indagini si concentravano sul terrorismo, ma man mano che l’operazione ha preso corpo è stata scoperto un gruppo criminale composto da soggetti italiani e marocchini che, dietro compensi compresi tra i 4.000 ed i 6.000 euro, organizzava matrimoni fittizi tra cittadini extracomunitari e donne italiane, permettendo agli immigrati di ottenere il permesso di soggiorno provvisorio nonché il rilascio di ulteriore documentazione amministrativa. Per gli italiani che accettavano i matrimoni combinati era previsto un rimborso di 300 euro. La banda faceva leva sulla condizione di miseria di persone in difficoltà per reclutare gli sposi. In tutto sono 13 le persone indagate per un minino di sette matrimoni fittizi, consumati tra luglio 2015 e giugno 2018.
Anna Pedri  
 

1 commento

  1. Per 300 euro una donna italiana in miseria acconsente a sposare un marocchino! Questo è il livello di disperazione a cui la finanza privata straniera ha ridotto il popolo italiano.Avviene tramite la stampa del denaro a costo zero da parte delle banche centrali private(BCE e bankitalia sono private)che poi viene fatto pagare a caro prezzo ai popoli non piu’ sovrani di battere moneta pubblica

Commenta