Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 30 gen – Via libera di Camera e Senato: Gian Carlo Blangiardo è il nuovo presidente dell’Istat.

La commissione Affari costituzionali del Senato ha votato parere favorevole alla proposta di nomina alla presidenza dell’Istat. I voti sono stati 18 a favore, 5 contrari e un astenuto. Determinante la decisione di Forza Italia di votare sì, dato che il quorum richiesto era dei due terzi.

Anche la commissione Affari costituzionali della Camera poco prima aveva dato l’ok alla nomina. Grazie ai voti di Forza Italia, Blangiardo, nominato dal Cdm, ha ottenuto 33 voti favorevoli su 47. Il presidente dell’Istat indicato ha così raggiunto il quorum dei 2/3, bastavano infatti 32 voti su 47. Oltre a Fi, Lega e M5S ha votato a favore anche Fratelli d’Italia.

La nomina sarà effettiva però solo con la promulgazione del decreto del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che dovrebbe arrivare a breve.

Classe 1948, cattolico, attuale vice direttore del dipartimento di Statistica e metodi quantitativi dell’Università Bicocca di Milano, esperto in demografia, Blangiardo, candidato di punta della Lega, è noto anche per le sue posizioni contro lo Ius soli, a favore della stretta all’immigrazione e per le divergenze del caso con Tito Boeri, presidente dell’Inps.

Nel luglio del 2017 Blangiardo aveva partecipato all’assemblea programmatica della Lega organizzata da Matteo Salvini a Piacenza con un intervento sulla crisi demografica: tema molto caro al ministro dell’Interno al ministro della Famiglia Lorenzo Fontana, al senatore Simone Pillon e in generale ai movimenti pro vita.

Ludovica Colli

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta