Il Primato Nazionale mensile in edicola

Rho, 2 ago – Ennesimo stupro da parte di un immigrato ai danni di una ragazzina. Un diciannovenne marocchino ha stuprato una ragazza di 17 anni in un parco di Rho, nell’hinterland milanese. Il fatto è avvenuto nella notte tra domenica e lunedì.
L’uomo aveva conosciuto la ragazza occasionalmente la sera prima e hanno trascorso la serata insieme. A tarda notte, quasi l’alba, insieme si sono diretti al parco. Per un po’ hanno chiacchierato poi le intenzioni del marocchino sono improvvisamente cambiate. Essendo da soli e in un luogo un po’ isolato, il marocchino ha spinto la giovane donna a terra, l’ha stuprata e poi l’ha picchiata e derubata del telefonino. Era completamente ubriaco e dopo aver fatto i suoi comodi è scappato.
La ragazza, sotto choc, la mattina seguente è riuscita a presentarsi al comando dei carabinieri e ha denunciato l’accaduto. I militari l’hanno accompagnata in ospedale, per prestare le cure del caso, prima a Rho e poi alla clinica Mangiagalli di Milano. Qui i sanitari hanno accertato lo stupro.
Sebbene sotto choc la giovane è riuscita a fornire un preciso identikit del marocchino stupratore e gli inquirenti hanno subito fatto partire le indagini. Nel pomeriggio l’uomo è stato individuato vicino a un bar di Rho e subito è stato fermato e perquisito. Si è scoperto essere un immigrato regolare ma nullafacente e pluripregiudicato. In suo possesso i militari hanno trovato il telefono della sua vittima. Sono scattate le manette e il trasferimento nel carcere milanese di San Vittore. Per lui l’accusa è quella di rapina, e violenza sessuale.
Anna Pedri
 

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

Commenta