Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 21 lug – All’armi, gli italiani non sopportano più gli immigrati, qualcuno faccia qualcosa. Non si regge più, Laura Boldrini. Presentando i dati della relazione finale della Commissione Jo Cox (sì, nel parlamento italiano esiste una Commissione Jo Cox, dal nome dell’esponente politica assassinata in Gran Bretagna durante la campagna per la Brexit), la presidente della Camera ha lanciato l’ennesimo allarme contro il razzismo montante. “Il 65% degli italiani (contro il 21% dei tedeschi) considera i rifugiati un peso perché godono di alcuni benefit, secondo loro, mentre si ignora il contributo positivo che invece danno in termini di saldi fiscali e contributivi, come ci ricorda sempre il Presidente dell’Inps Tito Boeri”. I numeri di Boeri, come abbiamo già dimostrato, sono una boiata propagandistica.



Ma, a parte quello, come la mettiamo, in democrazia, con un popolo che a così larga maggioranza si oppone a un fenomeno impostogli da élite cosmopolite di cui la Boldrini rappresenta la portabandiera? La democrazia funziona solo il popolo vota come vuole la Boldrini? Vecchia storia, sappiamo come funziona. Per il presidente della Camera, sui temi dell’immigrazione c’è una “clamorosa divaricazione tra i numeri e la realtà percepita. E sono soprattutto le persone che non conoscono, che non hanno accesso ai dati, le persone che probabilmente si limitano ad ascoltare certi esponenti politici o a leggere alcuni giornali, che sono più frequentemente portatrici di atteggiamenti di odio”. Insomma, se il popolo rifiuta l’immigrazione è perché ha ascoltato Matteo Salvini, Simone Di Stefano, oppure perché ha letto Libero, il Giornale, oppure… il Primato Nazionale.

Non per le città ridotte ad accampamenti sporchi e insicuri, non per stupri e accoltellamenti che quotidianamente si registrano sui treni italiani ad a opera di immigrati, ma solo perché, incapace di farsi un’idea da solo, il suddetto popolo ha dato troppo ascolto a pifferai magici. A sentire la Boldrini, del resto, gli immigrati sono davvero delle risorse, dei portatori di arricchimento culturale e materiale. Ma allora, c’è da chiedersi, perché fior di governi progressisti, in Europa, stanno chiudendo le frontiere? Hanno tutti ascoltato quegli stessi politici populisti che hanno sconfitto alle elezioni?

Giorgio Nigra

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Ma che ne sa Lady Resistenza dell’esasperazione della gente che di fatto è stata espropriata, dall’ invasione delle orde africane, del diritto di sovranità sul proprio territorio. Siamo all’ alto tradimento nei confronti del Popolo Italiano perché è risultato evidente il “collaborazionismo” di taluni e talune in tale criminoso disegno perpetrato in segrete trattative …

  2. Ho un’idea: se questi comunisti isterici e pieni di sensi di colpa stanno tanto bene con i loro adorati fratelli africani perchè non se ne vanno loro in Africa compresa la Boldrini? Per i barconi non c’è problema, apriamo una sottoscrizione popolare con donazione per il noleggio, io ho già il portafoglio aperto….

Commenta