Il Primato Nazionale mensile in edicola

Lanciano, 31 ott – Peggio dei Fiano e dei Boldrini “originali” ci sono solo le loro “brutte copie” provinciali. Parliamo della consiglierA comunale del Pd, Maria Saveria Borrelli e del sindaco di Lanciano, Mario Pupillo: grazie a loro ieri sono stati rimossi i fasci che ornavano il timpano del monumentale Teatro Fenaroli. Adesso Lanciano è una città un po’ meno “fascista”, con la Borrelli e il Pupillo che potranno rivendicare il loro grande atto “civico” e godere dei canonici quindici minuti di celebrità.



Alla base del “percorso democratico” che ha portato alla rimozione degli orribili fasci, c’è la copertura con un telo dell’oltraggioso retaggio fascista, avvenuta il 27 maggio scorso su richiesta dell’Anpi. Così come accade un po’ in tutta Italia, non ci sono più i partigiani in carne ed ossa (purtroppo la maggior parte è ormai deceduta) a rappresentare l’associazione di ex combattenti, ma nuovi rappresentanti che, non avendo la possibilità (né il coraggio) di combattere una guerra reale, non hanno altro di meglio da fare che imitare i talebani e picconare qua e là i lasciti del fascismo. Questa volta non è un nerd 18enne brufoloso ad occuparsi dell’Anpi, la presidente guarda caso è proprio la consiglierA Maria Saveria Borrelli del Pd.

Black Brain

“Sono un simbolo di potere fascista“, aveva tuonato la Borrelli nel maggio scorso, dando vita ad una cerimonia di copertura dei fasci. A darle manforte il sindaco Mario Pupillo, tanto che la Borrelli definì “doverosa e importante l’adesione dell’Amministrazione comunale con la copertura, finalmente, dei fasci littori”. Per Pupillo il telo apposto sui fasci fu un “deciso atto politico”. A dare spago al delirio di questi due fanatici purtroppo ci ha pensato la Sovrintendenza abruzzese, che ha dato il via libera all’eliminazione del manufatto in quanto non si trovava “sotto tutela”.

Il sindaco Mario Pupillo è raggiante: “E’ stata una giusta rivendicazione dei cittadini lancianesi, che hanno espresso la loro contrarietà ai fasci, vietata per legge, anche attraverso una raccolta di firme. Ora sulla facciata del Fenaroli saranno apposte artistiche maschere teatrali in sintonia e in continuità con gli altri aspetti architettonici dell’edificio”.

Davide Di Stefano

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

Commenta